Menu

Tipografia

medicoNel frattempo si afferma la €˜Sanità low-cost‑¬

Gli italiani spendo più di 30 miliardi per la salute, di tasca propria. La spesa pubblica per i farmaci è scesa al 3,5%, quella privata è salita al 10,7%. Aumentata la spesa per la diagnostica e le visite specialistiche, ma per più del 30% degli italiani la qualità del Servizio Sanitario Nazionale negli ultimi due anni è peggiorata sensibilmente.

Pare che il Servizio Sanitario Nazionale nel 2015 disporrà di 17 miliardi di euro in meno rispetto alle nostre effettive necessità . A farne le spese saranno le nostre famiglie, probabilmente le famiglie con disabili saranno gravate più che mai. Le Asl forniscono ausili con maggiore difficoltà , le forniture di base (come i pannoloni o i cateteri) sono ridotte al minimo storico, il Nomenclatore continua ad essere fermo al ’99.

Le prestazioni sanitarie erogate dalle regioni sono sempre meno, al sud le più alte percentuali di persone che lamentano un peggioramento della sanità . La spesa privata nel frattempo è cresciuta del 15,5% in dieci anni. I settori della copertura pubblica meno adeguati sono l’odontoiatria e i servizi di prevenzione. La spesa odontoiatrica è ormai a carico dei privati nel 95% dei casi, per un indotto totale di quasi 12 miliardi l’anno.

Denti a parte, noi italiani cerchiamo risposte più rapide di quelle che la sanità pubblica può fornirci, spesso a spese nostre. Tant’è che di fronte ai tanti piccoli disturbi e a sintomi non gravi, il 39% di noi italiani consulta subito il medico di base, il 31% tenta di curarsi stando a casa (con riposo, alimentazione corretta, ecc.) e il 15% assume qualche farmaco che in altre occasioni si è rivelato efficace. Spendiamo inoltre 1,7 miliardi di euro all’anno per i medicinali non convenzionali.

Va da sè che comincia a piacerci anche il €˜low cost‑¬, così almeno possiamo risparmiare qualche euro. Parte quindi la €˜caccia alle offerte‑¬, prezzi più bassi ma qualità accettabile, senza lunghi tempi d’attesa. Le visite costano circa 60 euro, le prestazioni a volte vengono pubblicizzate con il web marketing, con sconti fino all’85%. Così si può acquistare un coupon per la visita odontoiatrica o gastroenterlogica ora, lo si potrà utilizzare al momento del bisogno. Il €˜low cost‑¬ sanitario ha un valore stimabile in 10 miliardi di euro, ed è sicuramente un settore destinato a crescere. Qualche preoccupazione sulla mancanza di controlli di qualità c’è, ma il risparmio pare decisamente più interessante.

I dati sono tratti dalla ricerca del Censis €˜Quale sanità dopo i tagli?‑¬ effettuata nell’ambito delle attività del Forum per la Ricerca Biomedica.

 

In Disabili.com:

TUMORI POLMONARI, IDENTIFICATI NUOVI MARKER DIAGNOSTICI

ALZHEIMER E TUMORI, OTTIMI RISULTATI DALLA RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE


Ilaria Vacca

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->