Menu

Tipografia
ccsviDieci miliardi di dollari possono fare la differenza?

LO STUDIO PILOTA - La Regione Sardegna finanzierà uno studio pilota sul metodo Zamboni applicato alla Sclerosi Multipla. L'annuncio arriva dal convegno Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) di qualche giorno fa. Sarà Ettore Manconi, angiologo e ricercatore dell'ateneo cagliaritano a coordinare lo studio, che coinvolgerà le università sarde, le Aziende Ospedaliere, i centri cardiovascolari e le strutture dedicate alla SM.

IL METODO ZAMBONI - Il metodo non è altro che la cura per l'insufficienza venosa cronica cerebrospinale (CCSVI), una sindrome emodinamica potenzialmente correlata alla Sclerosi Multipla.
Si tratta di una patologia presente almeno nel 90% delle persone colpite da SM, alle quali provoca un grave restringimento delle venere cerebrali esterne al cranio. L'ostruzione venosa impedisce al sangue di scorrere normalmente nel cervello, provocando depositi di ferro che danneggiano il cervello stesso.
La cura per questa patologia è simile ad un angioplastica, praticata però inserendo un catetere nelle vene del paziente, e disostruendole.

I RISULTATI - La correlazione dell'insufficienza venosa cronica cerebrospinale con la SM è stata spesso smentita e sminuita, cercando di non indurre nei pazienti false speranze di miracolose guarigioni. Quel che è certo è che i pazienti affetti da CCSVI che si sono sottoposti alla disostruzione venosa hanno guadagnato parecchio in termini di qualità di vita.
Questo studio sarà effettuato proprio per fare chiarezza sull'argomento, oltre che per dare l'opportunità ai malati di SM sardi di sottoporsi al trattamento.

IL MERCATO DELLA SM - Stando alle stime ufficiali il mercato globale della Sclerosi Multipla ammonta a circa 10 miliardi di dollari, e pare debba crescere di almeno 2 miliardi e mezzo entro i prossimi 5 anni. Principali attori sono le multinazionali farmaceutiche  Biogen Idec , Teva Pharmaceutical, Merck Serono, Bayer Schering Pharma, Novartis

Cortisonici antinfiammatori e beta interferone, nelle loro molte varianti, sono i principali farmaci utilizzati nel trattamento della SM. Ci sono poi svariate tipologie di anticorpi monoclonali in fase di sperimentazione, che promettono risultati ottimi.

Il mercato del Metodo Zamboni non è sicuramente così lucrativo, ma potrebbe migliorare la vita di moltissime persone, a costi contenuti e correndo pochi rischi.

LA SCLEROSI MULTIPLA - E' una malattia demielinizzante autoimmune e infiammatoria del sistema centrale, che colpisce fino a 6 individui su 1.000. E' quasi sempre progressiva.
La disgregazione della guaina mielinica dei neuroni provoca un ritardo sulla conduzione dell'impulso nervoso che può portare la progressiva perdita della coordinazione, della forza, della sensibilità sensoriale, del controllo vescicale, la perdita della parola fino alla perdita delle capacità cognitive.


Per approfondire:

CCSVI E SCLEROSI MULTIPLA




Ilaria Vacca

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->