Menu

Tipografia

cervelloMesse a punto dalla Società Internazionale per le Malattie Neurovascolari (ISNVD) e pubblicate dal Journal of Vascular and Interventional Radiology le linee guida per la patologia venosa secondo alcuni collegata alla Sclerosi Multipla

La Società Internazionale per le Malattie Neurovascolari (ISNVD) ha steso le prime linee guida per l'Insufficienza Venosa Cronica Cerebrospinale, la patologia venosa che secondo parte degli studiosi della materia– in primis  il Professore Paolo Zamboni dell'Università di Ferrara - è legata alla Sclerosi Multipla.  

TEAM DI ESPERTI MULTIDISCIPLINARI - Le linee guida sono frutto di un lavoro iniziato tre anni fa. Tra il 2011 e il 2012 sono state create quattro commissioni di esperti formate dai membri della stessa Società Internazionale per le Malattie Neurovascolari (ISNVD) - il massimo organismo internazionale che si occupa di malattie neurovascolari – per determinare protocolli di imaging sia non invasivo che invasivo per l'individuazione di anomalie venose extracraniche indicative di insufficienza venosa cronica cerebrospinale (CCSVI).
Le commissioni si sono concentrate su esami quali ecocolordoppler (US), risonanza magnetica (MR), venografia con catetere (CV), ed ecografia intravascolare (IVUS) con il contributo anche di esperti esterni – oltre sessanta - di neurologia, radiologia, chirurgia vascolare, e radiologia interventistica.

LE LINEE GUIDA - Queste linee guida della ISNVD presentano per la prima volta i protocolli di imaging per la RM e l'ecografia intravascolare e descrivono raffinati protocolli per l'ecocolordoppler (US) e la venografia con catetere (CV).
Gli esperti sottolineano inoltre la necessità dell'uso di imaging multimodale non invasivo e invasivo per diagnosticare adeguatamente e monitorare le anomalie venose extracraniche indicative di CCSVI in studi in aperto (open-label), o studi randomizzati, in doppio cieco controllati.
"Le linee guida dell'ISNVD costituiscono un atteso e ineludibile punto di riferimento per la libera ricerca medica che si occupa di CCSVI in quanto patologia a sè stante" afferma Gabriele Reccia, presidente dell'Associazione CCSVI nella SM. "E saranno uno strumento di verità non solo per confermare il legame esistente tra CCSVI e malattie neurodegenerative come la Sclerosi Multipla ma anche per disegnare nuovi studi interventistici di cui la ricerca medica seria non può fare a meno".

COS’E’ LA CCSVI  E SUO LEGAME CON LA SM– L’ insufficienza venosa cronica cerebrospinale (CCSVI) è una irregolarità del  flusso  sanguigno causata dal restringimento delle principali vene cerebrali, che non sarebbero in grado di permettere il flusso regolare dal cervello e dal midollo spinale.

Il legame tra Sclerosi Multipla e insufficienza venosa cronica cerebrospinale, ricordiamo, non è ancora chiaro, e la loro correlazione epidemiologica non dimostrata. Insiste una ipotesi di correlazione tra CCSVI e SM sostenuta dagli studi condotti dal Professor Paolo Zamboni all’Azienda Ospedaliera - Universitaria di Ferrara, secondo cui il restringimento dei vasi venosi cerebrali e toracici sarebbe la causa iniziale delle placche al sistema nervoso, tipiche della sclerosi multipla. In sostanza, secondo questa teoria, la deformazione dei vasi sanguigni comporterebbe un aumento di ferro nel cervello, che a sua volta sarebbe la causa della risposta autoimmune del sistema nervoso, che andrebbe ad attaccare la mielina (la guaina dei nervi).

Considerando queste evidenze, confermate anche da altri studi – su cui però la comunità scientifica è molto cauta e discorde - il trattamento di disostruzione delle vie venose ostruite dovrebbe comportare un miglioramento della condizione dei soggetti affetti da SM e contemporaneamente da CCSVI.

Attualmente sono in corso studi su questa correlazione, e senz’altro l’approdo a standard e linee guida per la CCSVI potrà aiutare a realizzarli in modo sempre più rigoroso e controllato.


Per approfondire

Le linee guida pubblicate nel Journal of Vascular and Interventional Radiology


Per info:

Associazione "CCSVI nella Sclerosi Multipla" O.N.L.U.S.



IN DISABILI.COM:


NESSUNA CORRELAZIONE TRA SCLEROSI MULTIPLA E CCSVI: I RISULTATI DAL CONGRESSO EUROPEO

LA REPLICA DELL'ASSOCIAZIONE CCSVI NELLA SCLEROSI MULTIPLA AI DATI DI COSMO


Redazione