Menu

Tipografia
ambulanzaIncredibilmente, a Bari il ricovero d'urgenza non è garantito

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di denuncia redatta dai dirigenti FSI - Federazione Sindacati Indipendenti del Policlinico di Bari.

All'Assessore alla Salute Regione Puglia
Al Direttore Generale Azienda Policlinico - BARI

Oggetto: Policlinico: Parco ambulanze al collasso. Grave carenza di Autisti.

Luigi Cipriani e Sabino Maltarini, Dirigenti della O.S. FSI (Federazione Sindacati Indipendenti) Sanità , denunciano quanto segue.
Il parco veicoli di pronto soccorso del Policlinico è del tutto insufficiente, considerato che è costituito, unicamente, da n.10 ambulanze, di cui ben 6 sono ormai oltremodo obsolete, in conseguenza del fatto che vantano oltre 10 anni di utilizzo esasperato, senza soluzione di continuità , ed hanno percorso oltre 200.000 Km, tanto che una delle ambulanze è, da tempo, fuori uso, addirittura, per la fusione del motore.
Si precisa che sussistono, altresì, evidenti problemi manutentivi, tenuto conto che tali ambulanze necessitano di continui interventi di riparazione, resi oltremodo difficili dalla irreperibilità dei pezzi di ricambio, che, per ragioni di vetustà , devono essere ordinati, con lunghi tempi di attesa: ciò significa che i veicoli di soccorso restano fermi parcheggiati, per lunghi periodi, all'interno delle autofficine. Aggiungasi, inoltre, che le sei ambulanze obsolete - per le quali, ovviamente, si sopportano esosi costi per tasse di circolazione ed assicurazione - sono utilizzate oramai soltanto per il trasporto all'interno del perimetro del Policlinico, sono sinanco oggetto di infiltrazioni nell'abitacolo in caso di pioggia, e gravate dal malfunzionamento delle pedane di sollevamento delle barelle.
Per ciò che concerne, poi, le 4 nuove ambulanze, adibite a trasporto esterno - tranne una che svolge servizio di rianimazione -, si evidenzia che le stesse, paradossalmente, dispongono di un sistema di aggancio delle barelle totalmente diverso da quello presente su TUTTE quelle in uso al Policlinico; ma, soprattutto, a causa della loro voluminosità , dette ambulanze non riescono ad accedere alle rampe di alcuni reparti (ad es. Dermatologia, Pneumologia, Padiglione D'Agostino), con conseguenti gravi rischi, durante le manovre, per i pazienti trasportati e per il personale dipendente presente a bordo (Autisti, Infermieri, Ausiliari e Medici).
Si sottolinea, inoltre, la grave carenza di autisti, che svolgono numerosi servizi, fra cui il trasporto degli amministratori e dei funzionari amministrativi, nonché quello dei pazienti anche al di fuori della regione e quello degli organi espiantati.
Sebbene la pianta organica preveda n. 29 unità , a tutt'oggi, risultano in servizio soltanto n.18 unità , di cui una distaccata presso la Direzione Generale; le restanti 17 unità sono costrette a sobbarcarsi turni massacranti, anche al fine di garantire la reperibilità , e, spesso, sono obbligati a non fruire dei riposi prescritti dalla legge.
Tale grave situazione oltre a determinare disagi psico-fisici ai danni degli autisti, crea enormi difficoltà in ordine al godimento di ferie, permessi autorizzati e periodi di malattia, a tal punto che, alcuni non riescono a smaltire le ferie accumulate, addirittura, sin dall'anno 2006.
Infine, non va sottovalutata la circostanza che, a breve, cinque autisti, per raggiunti limiti di età , saranno costretti ad andare in pensione.
Per tutto quanto innanzi esposto, questa O.S. invita le SS.VV. in indirizzo ad attivarsi, ognuno in base alle proprie rispettive competenze, al fine di adottate URGENTEMENTE ogni provvedimento affinché il parco macchine sia dotato di nuove ambulanze, sostitutive delle 6 obsolete, nonché allo scopo di far predisporre le modifiche necessarie sulle 4 ambulanze di recente acquisizione, adeguando gli agganci delle barelle, perchè possano essere utilizzati con TUTTE le barelle in dotazione alle ambulanze, procedere da subito ad indire un bando di concorso e/o avviso pubblico per Autisti di Ambulanza, al fine di scongiurare la totale paralisi di un servizio inprocrastinabile.
In attesa di URGENTE riscontro alla presente, porgono distinti saluti.
Bari 21/04/2009

I Dirigenti FSI
Luigi Cipriani - Sabino Maltarini


INFO:

FEDERAZIONE SINDACATI INDIPENDENTI
Segreteria Aziendale
Policlinico - Bari
Tel/cell. 3396906901


IN DISABILI.COM:

QUANDO I PALI DELLA LUCE OSTACOLANO GLI SCIVOLI


SCUOLA IN CRISI, MA I GENITORI NON CI STANNO


[Redazione]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->