Menu

Tipografia

Il bambino dislessico non è in grado di leggere e di scrivere in modo automatico, quello che e' piu' grave pero' è che spesso il suo problema non e' compreso ne' dai genitori, ne' dagli insegnanti.

Un atteggiamento questo da parte degli adulti che rischia di isolare il bambino. Non capendo le sue reali difficolta' puo' capitare che il piccolo venga definito "svogliato, distratto". In questo modo il bambino essendo cosciente dei propri oggettivi impedimenti che lo portano ad essere considerato diverso dagli altri compagni , puo' sviluppare dei sentimenti di disistima verso se stesso, con conseguenti comportamenti di aggressivita' o, come si accennava prima, di isolamento e chiusura dal mondo circostante.

A Verona, l'azienda sanitaria, il Comune ed il Provveditorato agli studi hanno messo a punto un progetto per curare e prevenire la dislessia. Un progetto studiato dall'equipe del primo servizio di Neuropsichiatria Infantile dell'ULSS 20, in sinergia con l'Unita' operativa di Audiologia e Rieducazione Fonetica e con la collaborazione del Comune per quanto attiene le scuole materne e del Provveditorato per le elementari.

E' stata costituita un'equipe multiprofessionale di psichiatri, psicologi e logopedisti che lavorera' a fianco degli insegnanti. Il primo passo e' il corso di formazione in Neuropsicologia dello sviluppo per psichiatri, psicologi, logopedisti ed insegnanti tenuto da uno dei massimi esperti italiani in dislessia , il prof. Giacomo Stella, ordinario di Psicologia clinica all'Universita' di Urbino e fondatore dell'associazione italiana dislessici.

Da studi effettuati e' emerso che in Italia circa il 3% della popolazione scolastica soffra di questa disabilita', una disabilita' che , se diagnosticata precocemente, puo' essere affrontata con moderne tecniche riabilitative, utilizzando anche il computer.

A Verona sono circa 600 i bimbi, tra i 4 ed i 10 anni, dislessici.

Aiutare i bambini dislessici significa consentire loro di esprimere appieno il potenziale intellettivo di cui dispongono, che non di rado e' superiore alla media. Leonardo da Vinci ed Albert Einstein si pensa che da piccoli fossero dislessici...INFO ULSS 20 REGIONE VENETOTEL. 045/ 8075518 FAX 045/8075601

internet: www.rcvr.org/ulss20

Antonella Prigioni - antonella@disabiliforum.com

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->