Menu

Tipografia

Sarà in Veneto la prima Scuola estiva di metodi moderni in biostatistica ed epidemiologia.
Il programma, rivolto a medici professionisti e a ricercatori in biostatistica ed epidemiologia di istituzioni pubbliche e private, nasce dalla collaborazione tra la Regione Veneto, l'Harvard School of Public Health di Boston e il Karolinska Institute di Stoccolma.

Ma cosa significa biostatistica? Ed epidemiologia?
La Biostatistica è l'applicazione di metodi statistici nel settore della biologia umana, della medicina e della sanità pubblica, per raccogliere e analizzare i dati che derivano dalle ricerche e dagli studi clinici, in modo da interpretarli con il metodo scientifico, con l'evidenza dei risultati.
Si utilizza, ad esempio, per capire come interagiscono sulla salute diversi fattori, come quelli genetici e ambientali, dell'inquinamento, ma anche di organizzazione e finanziamento delle strutture sanitarie.

L'epidemiologia è lo studio delle malattie e dei traumi nelle popolazioni umane: di come e con che frequenza si distribuiscono e dei fattori che le determinano.
E' uno studio che incrocia l'analisi e la descrizione delle malattie e del loro evolversi nel tempo con l'indagine sulle cause che le hanno prodotte: da quelle genetiche a quelle ambientali.

Il corso, che si svolgerà nella seconda metà di giugno, sarà una vera e propria full immersion nei più moderni metodi biostatistici ed epidemiologici, diviso in otto moduli a contenuto teorico-pratico, di cui quattro introduttivi (Biostatistica I, Epidemiologia, Biostatistica II, Epidemiologia Genetica) e quattro avanzati (Analisi dei Dati Longitudinali, Analisi dei Dati Categoriali, Analisi di Sopravvivenza , Analisi sugli Esiti).
I corsi prevedono anche lo svolgimento di esercitazioni al computer.
La direzione scientifica della scuola è affidata ai Proff. Marcello Pagano (Harvard University) e Juni Palmgren (Karolinska Institutet), lo staff dei docenti è composto di personalità di comprovata esperienza e di prestigio internazionale come Garrett Fitzmaurice, Marcia Testa, Dimitri Trichopoulous, David Wypij, per la Harvard School of Public Health di Boston; Roberto Gnesotto, per la Regione Veneto - Centro di Riferimento del Sistema Epidemiologico Regionale; Hans-Olov Adami, Rino Bellocco, Paul Dickman, per il Karolinska Institutet di Stoccolma.

L'iniziativa, proposta dalla Direzione per la Prevenzione della Regione del Veneto, nasce dall'esigenza di studiare in modo analitico lo stato di salute delle persone.
La prevenzione e la cura delle malattie potranno essere più mirate se basate su osservazioni scientifiche rielaborate statisticamente.
La finalità è, insomma, arrivare sempre più vicino a una medicina basata su pratiche di provata efficienza.
Ma il corso non si prefigge solo di fornire ai partecipanti gli strumenti metodologici necessari per la pianificazione degli studi, l'analisi dei dati e l'interpretazione dei risultati.
Un secondo obiettivo, infatti, è quello di mettere lo studente in grado di poter leggere criticamente un articolo scientifico e di poter capire il problema di fondo e i motivi dell'utilizzo di determinati metodi scientifici.

Il termine per le iscrizioni è il 12 maggio 2003.
Il Corso si terrà presso il Castello Brandolini Colomban a Cison di Valmarino, venticinque chilometri a nord di Treviso, in Veneto.
Il Castello è un hotel provvisto di moderne strutture per conferenze, oltre che attività ricreative e sportive.

Per maggiori informazioni e iscrizioni

Centro di Riferimento del Sistema Epidemiologico Regionale
Tel. 0423 732708
E-mail ser@ulssasolo.ven.it
Sito web www.ulssasolo.ven.it/ser3/index.php

Per il pernottamento

Castello Brandolini Colomban
Sito web www.castelbrando.it

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->