Menu

Tipografia

"Mancanza di respiro" respiro sibilante o fischiante: sono alcuni dei sintomi che caratterizzano l'asma, che deve eseere considerata a tutti gli effetti una malattia sociale.
E' causa di milioni di ore di assenza dal lavoro e costringe i soggetti affetti a svolgere in tono ridotto la propria attività lavorativa, scolastica o ricreativa.
E, purtroppo, chiunque può ammalarsi d'asma, in qualsiasi momento della vita, e certo non aiuta il fatto di vivere in città ormai molto inquinate.
Diversi sono poi i tipi di asma: l'asma da reflusso è una forma di asma ad elevato impatto sulla qualità della vita delle persone colpite.
Le difficoltà associate a una corretta identificazione della patologia fanno sì che il paziente arrivi alla diagnosi in media con 8 anni di ritardo.

È quanto emerge dallo studio inedito e presentato per la prima volta al VII Congresso nazionale sulle malattie respiratorie dal titolo 'Asma bronchiale e BPCO, obiettivi, rimedi, strategie', tenutosi di recente a Verona.
"L'asma da reflusso - ha spiegato il professor Roberto Dal Negro, primario della divisione di Pneumologia dell'ULSS 22 della Regione Veneto e presidente del Congresso - è una malattia ancora poco conosciuta, che il nostro centro specialisti sta studiando da 15 anni.
Associata a un altro disturbo noto come reflusso gastroesofageo, sfugge alla maggior parte delle procedure diagnostiche tradizionali a causa della sua origine peculiare e della apparente somiglianza con l'asma tradizionale
".

I centri specializzati in questa forma di diagnosi sono pochissimi, come poche sono le persone competenti in materia.
Queste difficoltà ostacolano l'individuazione della malattia e portano il medico a procedere per tentativi a sperimentare numerose terapie, spesso con effetti collaterali non trascurabili, e a giungere alla diagnosi corretta solo per esclusione con altre patologie.

"È una situazione sconfortante. L'asma da reflusso è fra le forme di asma più costosa, non solo in termini economici ma anche e soprattutto in termini di qualità di vita del malato, costretto a ritardare le cure e a convivere per lunghi periodi con la malattia, a cambiare specialisti, a cambiare continuamente le terapie, ad assumere molti medicinali prima di arrivare la giusta diagnosi", ha dichiarato il professor Dal Negro.
L'asma da reflusso è una malattia respiratoria poco conosciuta.
Lo studio condotto dal professor Dal Negro, intitolato 'I costi sociali dell'asma da reflusso', ha preso in esame  246 persone (120 affette da asma da reflusso e messe a confronto con 126 asmatici 'tradizionali') ed i risultati ottenuti sono i primi disponibili in letteratura.
I pazienti selezionati sono stati poi seguiti per un anno.
"Quanto emerge è intrigante", ha spiegato Dal Negro.
"Non solo questa forma di asma sfugge il più delle volte allo ad una diagnosi tempestiva, ma i costi associati alla malattia appaiono più che triplicati rispetto all'asma tradizionale".
La patologia nasce da problemi all'apparato digerente ma è spesso accompagnata da sintomi respiratori che portano il medico a confonderla con altre forme asmatiche.
"Il risultato di questi errori diagnostici condannano il paziente a un lungo percorso diagnostico terapeutico non sempre efficace.
È necessario fornire allo specialista gli strumenti diagnostici per individuare correttamente l'asma da reflusso
- ha concluso il professor Dal Negro.
Le giuste metodologie e una maggiore sensibilità del medico alla patologia evitano costosi errori e permettono anche a chi è colpito da una malattia come questa di condurre una vita qualitativamente migliore".

INFO

INTERMEDIA - Ufficio Stampa
Tel. 030 226105

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->