Menu

Tipografia

Piove sul bagnato, in questo inizio d'anno di fuoco per la sanità italiana.
Il nuovo caso ha per protagonista un giovane disabile, 17 anni, operato alla mano destra, anzichè alla sinistra.
Già grave di per sè, l'episodio di malasanità è ancora più eclatante se sommato a quanto accade in questi giorni, in cui si segnalano anche i casi di Brindisi (un 46enne morto mentre si sottoponeva ad una risonanza magnetica), di Federica a Vibo Valentia, in coma per un black out durante l'operazione all'appendice, infine la piccola Lucia, dimessa dal "SS.Trinità" di Sora e deceduta subito dopo.

L'ultimo episodio è quello del 17enne di Rovigo: entrato in sala operatoria per un intervento alla mano sinistra, è stato invece operato a quella destra.
Dell'errore del chirurgo si è accorta solo la madre del ragazzo, che ha chiesto spiegazioni.
Dopo l'iniziale sorpresa, gli operatori sanitari della Casa di Cura di Porto Viro (Rovigo), dove è avvenuto il fatto, hanno convinto la donna - scrive oggi il giornale Il Gazzettino - a far rientrare il figlio in sala operatoria, per intervenire questa volta sull'arto giusto, il pollice della mano sinistra.

Ma nella cartella clinica - sostengono i legali della famiglia - i medici avrebbero scritto alla fine che il giovane presentava una lesione di Stener bilaterale, e necessitava per questo anche di un intervento al pollice destro.

Ora gli avvocati Ezio Conchi e Antonella Raimondi hanno presentato una richiesta di risarcimento danni alla struttura sanitaria, riservandosi la valutazione di una denuncia penale.
La cifra economica del risarcimento non è ancora stata quantificata: il 17enne dovrà essere sottoposto ad una perizia medico legale per stabilire se vi sia, e in quale misura, un grado di invalidità nella mano destra.
"Resta comunque il fatto - spiega l'avv. Conchi - che il pollice da operare era il sinistro, com'era scritto sulle carte del ricovero".

Ne stiamo parlando anche in questo messaggio sul forum Megafono.

INFO:

Sulla malasanità vedi anche questi interventi:
'AL POLICLINICO UMBERTO I C'E' ANCHE TANTO DA SALVARE'

MALASANITA': ORA ASSISTENZA E CONSULENZA SONO GRATUITE

A questo link lo speciale Tribunale dei Diritti del Malato

[Redazione]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->