Menu

Tipografia

L'autismo curabile? Tutto da provare a sentire Carlo Hanau, docente programmazione servizi sociali e sanitari presso l'Università di Modena e Reggio Emilia, e impegnato anche nell'associazionismo, visto che è direttore del Bollettino dell'Angsa, l'associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici.
Il suo intervento è in risposta alla precedente missiva di Loretta Atturi, dell'associazione Genitoricontroautismo. La lettera era arrivata in redazione, così come, abbiamo saputo, era stata pubblicata dal Corriere Salute del 16 luglio, oltre che su Disabili.com. In sintesi, in quel testo si lamentava l'indisponibilità in Italia a poter accedere a una nuova cura americana, che garantirebbe risultati importanti nella cura all'autismo. Ma il condizionale è d'obbligo, sottolinea il professor Hanau: non c'è nulla di scientifico. Riportiamo di seguito l'intervento, così come uscito sul Corriere Salute del 29 luglio.

Ho letto l' intervento della Signora Loretta sul Corriere Salute del 16 luglio, in merito a un approccio diverso alla cura dell' autismo. L' autrice dimentica di dire che i trattamenti di cui fa pubblicità sono parte della medicina alternativa americana: in particolare «ortomolecolari», cultori delle interazioni intestino-cervello e oppositori delle vaccinazioni. Queste pratiche sono esercitate da un gruppuscolo di sedicenti esperti che viene disprezzato dalla comunità scientifica degli Usa e degli altri Paesi industrializzati, dove vige la regola che, prima di vendere un trattamento, si deve fare la sperimentazione scientifica e provarne l' efficacia. Da 11 anni si è costituito questo gruppuscolo in America e ancora non si è vista una sperimentazione che risponda a questi canoni. Essi preferiscono raccontare le storie di bambini guariti o molto migliorati su siti Internet e su libri patinati, pubblicati a spese degli autori, diffusi secondo i migliori criteri del marketing. Anche i laboratori americani consigliati dalla signora Loretta producono diagnosi assolutamente incredibili: chi paga circa 900 euro ed invia i campioni in America ottiene una diagnosi sulle cause dell' autismo del suo bambino 9 volte su 10, mentre i laboratori del nostro Servizio sanitario nazionale, che sanno eseguire tutte le analisi dei laboratori americani ed altre ancora più fini, forniscono - gratuitamente - la diagnosi eziologica soltanto in 1 caso su 10. La vera battaglia contro l' autismo si combatte con la ricerca scientifica seria e disinteressata di diversi scienziati che vi si dedicano, anche in Italia, senza chiedere nulla ai genitori. Nel frattempo la pedagogia speciale ha ottenuto apprezzabili miglioramenti con trattamenti precoci (dai due anni di vita), intensivi (30 ore settimanali), di tipo cognitivo e neocomportamentale (Aba), inquadrati in una strategia complessiva a lungo termine, come quella TEACCH del programma di Stato iniziato oltre 30 anni addietro dal compianto Eric Schopler, recentemente mancato. Il suo ultimo articolo tradotto in italiano è reperibile su questo sito e sullo stesso sito si ritrovano le dichiarazioni dell' Associazione nazionale genitori soggetti autistici a proposito delle buone e delle cattive pratiche, le linee guida ufficiali delle Regioni e quelle dell' Associaz. di specialisti neuropsichiatri Sinpia.

Hanau Carlo
 
INFO:

La presentazione di "Il nostro autismo quotidiano - storie di genitori e figli" firmato da Carlo Hanau per le qualificate edizioni Erickson la trovate nell'area Recensioni Libri - Saggi

Il sito ufficiale dell'associazione Angsa

Vedi anche i seguenti articoli:
GIORNATA NAZIONALE DELL'AUTISMO

VIENI ANCHE TU NEL... VOSTROMONDO

L’AUTISMO? NON E’ UNA PATOLOGIA DI ‘SERIE B’

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->