Menu

Tipografia
Come si chiama si sapra' solo tra un paio di mesi, ma e' sicuro che si tratta del gene che regola la divisione delle cellule staminali. E' il gene attraverso il quale le cellule staminali decidono, al momento della divisione, quando produrre due staminali oppure due cellule differenziate. Ad annunciare l'interessante identificazione e' stato il prof. Angelo Vescovi , condirettore dell'Istituto sulle cellule staminali dell'Ospedale San Raffaele di Milano e scopritore delle cellule staminali cerebrali umane. Lo studioso e' intervenuto ad un convegno che si e' svolto all'Abbazia di Praglia a Padova, nel corso del quale sono state illustrate le potenziali applicazioni terapeutiche delle cellule. Vescovi ha spiegato come le cellule al momento della divisione possano decidere se fare due staminali e quindi tendono a crescere piu' velocemente e a produrre piu' staminali e a non differenziare, mentre se invece decidono di fare piu' cicli differenziativi fanno meno cellule staminali, crescono piu' piano e differenziano di piu'. La scoperta e' importantissima: identificando il gene che regola l'equilibrio nella duplicazione delle cellule si puo' controllare la crescita delle cellule staminali e quindi capire , andando a valle del gene, i meccanismi che generano questo tipo di attivita'. E siccome la perdita della capacita' di differenziare e' un tipico segno di patologia nei tumori, la possibilita' con questa scoperta, e' che manipolando questo gene si possa in qualche modo intervenire anche in vivo e sviluppare armi contro il proliferarsi dei tumori. I tumori infatti continuano a proliferare perche' non sanno piu' come differenziare le cellule e molti derivano direttamente da cellule staminali.

INFO : professor Angelo Vescovi

Istituto Cellule Staminali

Ospedale San Raffaele di Milano,

Internet: www.fondazionesanraffaele.it

Antonella Prigioni - antonella@disabiliforum.com

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->