Menu

Tipografia

Creare una banca dati per studiare le malattie multifattoriali quali, ad esempio, diabete, infarto, osteoporosi, menopausa precoce fino alla dislessia e altre patologie neurologiche infantili, attraverso l'identificazione della componente genetica di sei diverse comunità del Friuli Venezia Giulia.

È lo scopo del Parco genetico del Friuli Venezia Giulia, il cui progetto è stato illustrato a Trieste dall'Assessore regionale al Lavoro, formazione, università e ricerca Roberto Cosolini, dalla Presidente del CBM Centro di Biomedicina Molecolare Maria Cristina Pedicchio e dal coordinatore scientifico del progetto Paolo Gasparini, Ordinario di Genetica Medica dell'Università di Trieste e IRCCS Burlo Garofolo, nonché referente scientifico del Laboratorio di Genomica del CBM.
Cofinanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con circa 200mila Euro (a valere della l.g. 26 sull'innovazione) il progetto è promosso da CBM, insieme ad AREA Science Park, Centro Studi Fegato, IRCCS Burlo Garofolo, Università di Trieste e Università di Udine e si svilupperà nell'arco di 3 anni, coinvolgendo circa 4.000 persone, dall'età scolare in su.

L'identificazione della componente genetica è la premessa indispensabile per la comprensione dei meccanismi patogenetici, la messa in atto di misure preventive e lo sviluppo di efficaci terapie.
E gli isolati geografici individuati nelle comunità San Martino del Carso, Erto/Casso, Clauzetto, Illegio, Sauris e la Val di Resia costituiranno un prezioso e forse irripetibile oggetto di studio per le malattie multifattoriali.

"Il Parco genetico del Friuli Venezia Giulia -ha affermato l'Assessore Roberto Cosolini - è uno progetto eccellente che ben si inserisce in una regione che vanta un ottimo livello di relazioni tra il sistema della salute e quello della ricerca. Il CBM, in particolare, quale soggetto di integrazione delle competenze tra impresa, ricerca e formazione rappresenta lo strumento per rafforzare le strategie della Regione Friuli Venezia Giulia per lo sviluppo del Distretto Tecnologico di Biomedicina Molecolare: uno sviluppo ha concluso Roberto Cosolini che necessita l'aggiornamento e il rifinanziamento dell'Accordo di programma siglato nel 2004 con il Ministero della ricerca con il quale è già stato avviato un nuovo negoziato".

"CBM ha subito creduto molto in questo progetto" -ha sottolineato Maria Cristina Pedicchio, Presidente del CBM società consortile pubblico-privata che gestisce il Distretto Tecnologico di Biomedicina Molecolare del Friuli Venezia Giulia supportandone l'avvio con un primo finanziamento. "Il nostro obiettivo è lavorare in sinergia con gruppi scientifici di altissimo livello, pubbliche amministrazioni e società. Il supporto e la valorizzazione del sistema scientifico del territorio è infatti uno degli elementi principali della mission del CBM, e il Parco Genetico del Friuli Venezia Giulia ne è l'esempio".

Lo studio di popolazioni isolate, comunità normali dal punto di vista salutistico ma caratterizzate da una struttura geografica e linguistica particolare, consente risultati molto più attendibili rispetto a quelli condotti normalmente su popolazioni geneticamente non omogenee.
Gli isolati geografici sono un background genetico abbastanza uniforme.
I risultati che saranno ottenuti già dopo i primi 6 mesi aiuteranno la ricerca sulle basi molecolari delle malattie multifattoriali.
Il progetto, che avrà inizio in primavera, coinvolgerà tutti gli abitanti delle sei diverse comunità ai quali sarà offerto un check-up gratuito (e non obbligatorio) per la raccolta dei dati clinici, ai quali saranno integrati quelli genetici, storici, genealogici, alimentari.

INFO:

Il CBM è l'ente deputato al coordinamento del Distretto Tecnologico di Biomedicina Molecolare del Friuli Venezia Giulia 
tel 040 375 7703       
fax 040 375 7710
info@cbm.fvg.it

Il sito della regione autonoma Friuli Venezia Giulia

Sulla ricerca in campo genetico vedi anche:
LA RICERCA GENETICA SI IMPEGNA PER L'AUTISMO

C’E’ UNA CAUSA GENETICA PER L’OSTEOGENESI 
 
PORTATORI SANI DI ATROFIA MUSCOLARE SPINALE CERCASI


[Marco Vivan]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->