Menu

Tipografia

Un manifesto per rafforzare in Italia il concetto di riabilitazione. E' un documento voluto dalle Associazioni delle Persone Disabili e dei Professionisti unite nella qualificazione dei servizi e delle attività per la difesa della salute e l'integrazione sociale. Cinque pagine che riassumono progetti e programmi riabilitativi , figure coinvoilte nel processo di recupero , programmi di fornitura di protesi, ortesi ed ausili, i distretti e le offerte di servizi, ma evidenziano anche i meccanismi di controllo per la qualità dei servizi erogati. Il documento sintetizza anche gli obiettivi stessi che si prefigge il manifesto che punta sostanzialmente a consolidare il concetto di riabilitazione.

Il manifesto è stato presentato ad Exposanità nel corso del Convegno promosso dal Forum Nazionale per la Riabilitazione. Il processo riabilitativo richiede infatti una costante attenzione agli aspetti positivi ed alle potenzialità della persona e della sua famiglia: si deve cioè guardare non a quello che non sa fare o non è il paziente, ma a quello che potrebbe fare ed essere. Nel caso della riabilitazione del bambino, lo sviluppo ottimale avviene all'interno del nucleo familiare. Per favorire la crescita del piccolo è fondamentale un approccio di cura centrato sulla famiglia , che preveda la prosecuzione delle attività riabilitative anche nei suoi contesti di vita. La famiglia deve essere perciò stimolata e motivata a partecipare attivamente al programma riabilitativo e a tutte le decisioni inerenti al processo riabilitativo del figlio. E' essenziale che nel progetto siano quindi identificati , definiti in modo verificabile e documentati gli obiettivi che i professionisti , la persona disabile e la famiglia intendo perseguire.

Altro punto specificato nel manifesto riguarda le professionalità coinvolte nella riabilitazione che hanno un profilo professionale che le identifica e ne delinea competenze , autonomia e responsabilità, ed un codice deontologico cui attenersi. Le figure professionali coinvolte hanno inoltre in comune una specifica formazione in riabilitazione. Per funzionare bene , l'equipe deve esprimere al suo interno relazioni di tipo paritetico, riconoscendo le capacità e le comptenze di ciascun membro. Questo richiede, oltre a qualità tecniche, anche capacità relazionali e valori condivisi.

Gli obiettivi del manifesto sono sostanzialmente questi:

Monitorare e promuovere l'applicazione delle linee guida nelle regioni italiane; verificare la qualità dei processi riabilitativi in tutte le strutture pubbliche e private ; istituire delle alte specialità, dei dipartimenti e dei reparti di recupero e riabilitazione funzionale in tutte le aziende sanitarie ed ospedaliere; lotta ad ogni forma di abusisvismo professionale; promuovere l'aggiornamento e la formazione continua delle professionalità operanti in riabilitazione; creare un osservatorio permanente per le problematiche connesse alla riabilitazione in supporto alle attività istituzionali e costituire anche un tavolo di concertazione con Ministero e Regioni per l'assistenza protesica.

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->