Menu

Tipografia

L'olfatto questo sconosciuto.
E' di questi giorni l'individuazione, firmata dalla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA), della proteina che amplifica gli stimoli odorosi, la bestrofina.
I ricercatori italiani hanno individuato la presenza di bestrofina anche nelle cellule olfattive e, in effetti, è proprio lei la responsabile della capacità dell’uomo di distinguere più di diecimila molecole odorose.
Questa proteina, infatti, riuscirebbe ad amplificare lo stimolo elettrico che passa dal bulbo olfattivo fino alla zona del cervello che elabora l’informazione.

La scoperta è ricca di possibili conseguenze di tipo applicativo. In particolare potrebbe rivelarsi utile per lo sviluppo di un naso artificiale basato su meccanismi simili a quelli utilizzati dagli organismi viventi, restituendo il senso dell'olfatto ai molti che ne sono privi.

L’esistenza di una proteina che sovrintendeva al processo olfattivo a livello neuronale era già nota agli scienziati: merito a Simone Pifferi, Giovanni Pascarella, Anna Boccaccia, Andrea Mazzatenta, Silvia Zucchelli, Stefano Gustincich e Anna Menini, tutti ricercatori Sissa, che sono riusciti a identificare senza alcun dubbio la proteina ‘incriminata’.

"È possibile – spiega la professoressa Anna Menini, che in Sissa insegna Fisiologia e coordina il laboratorio per le ricerche sulla trasduzione olfattiva – che in alcuni casi una bassa sensibilità olfattiva sia dovuta al malfunzionamento della Bestrofina. Non sarebbe da escludere quindi che eventuali terapie geniche potrebbero ristabilire una normale sensibilità olfattiva in chi ne è deficitario".

La scoperta è spiegata nel dettaglio nell'articolo pubblicato sull'autorevole rivista scientifica Proceedings of the National Academy of Sciences.

  • Sissa cos'è
    La Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati è uno dei poli che compongono il network tecnologico multidisciplinare dell’IIT Istituto Italiano di Tecnologia, con l’obiettivo di sviluppare il programma di ricerca e alta formazione dell’Istituto nei prossimi 5 anni. In particolare, la Sissa porta avanti diverse linee di ricerca all’avanguardia, come gli studi sull’olfatto (che mirano alla progettazione di un naso artificiale), la neurotelemetria (cioè la trasformazione dei segnali elettrici del cervello in movimenti) e le bionanotecnologie (che permettono di manipolare la materia sino al livello atomico).

INFO:

Il sito della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA)
via Beirut 2-4
34014 Trieste
040 3787 11
FAX: 040 3787 528

Il sito della fondazione Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) 

A questo indirizzo il sito - in inglese - del Proceedings of the National Academy of Sciences

Abbiamo parlato della Sissa anche in questo articolo:
DUE PROGETTI, UN PROTAGONISTA: IL 5 PER MILLE


[Alberto Friso]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->