Menu

Tipografia

Nella settimana che va dal 19 al 25 marzo prende il via la campagna "Misuriamoci: chi si ama ci segua", che si prefigge l'obiettivo di informare i cittadini sulle principali cause della sindrome metabolica e di effettuare screening di controllo gratuiti per la popolazione, nelle piazze di più di cento città italiane.
Testimonial Flavio Insinna, attore e conduttore della popolare trasmissione televisiva "Affari tuoi", in onda su Rai Uno.

L'iniziativa rientra nel progetto "Cibo e salute" attivato su tutto il territorio nazionale con la partecipazione dei comitati provinciali e locali della Croce Rossa Italiana (Cri), i medici aderenti alla Società di medicina generale (Simg), le farmacie Federfarma e l'Istituto nazionale per la ricerca sugli alimenti e la nutrizione (Inran). Fra questi soggetti è stato siglato un protocollo d'intesa per realizzare una grande campagna di prevenzione della sindrome metabolica.

"La sindrome metabolica - spiega Patrizia Zennaro presidente di Federfarma Padova - è un coacervo di diverse patologie che insorgono prevalentemente in soggetti obesi, o in soprappeso. E' determinata da un guasto metabolico costituito dall'insulino-resistenza, cui sono attribuiti una serie di eventi patologici che minano la salute. L'aumento del peso corporeo oltre i limiti consentiti genera l'insorgere di numerose patologie che nascono da una anomalia metabolica e hanno come conseguenza il rischio cardiovascolare. Le patologie legate alla sindrome metabolica sono: il diabete, l'arteriosclerosi, l'ipertensione arteriosa sistodiastolica e la statosi del fegato con le sue complicazioni. C'è quindi l'esigenza che ogni soggetto in soprappeso venga sottoposto a uno screening particolareggiato: test per l'intolleranza ai carboidrati; analisi del dosaggio dei lipidi ematici; studio dello stato trombofilico; valutazione del danno renale; esame dello stato infiammatorio; misurazione della pressione arteriosa sistodiastolica. Risultare positivi ad alcuni di questi parametri autorizza la diagnosi di sindrome metabolica e il conseguente rischio cardiovascolare. In questi casi sono necessari trattamenti terapeutici adeguati, per ridurre il peso e curare le patologie sviluppate".

Alcuni studi epidemiologici hanno evidenziato come la sindrome metabolica sia ampiamente diffusa e in progressivo aumento nel mondo occidentale, in relazione alla crescita del numero dei soggetti obesi, che in Italia rappresentano il 35-40% della popolazione.
L'unica arma preventiva è regolarizzare l'alimentazione, calibrando l'apporto calorico secondo le esigenze dell'organismo e svolgendo un esercizio fisico quotidiano che aiuti a razionalizzare il dispendio di energie.

Nella settimana dal 19 al 25 marzo i farmacisti svolgeranno un'opera di informazione e sensibilizzazione sulla sindrome metabolica, portando alla conoscenza di tutti la possibilità di sottoporsi allo screening gratuito nelle postazioni della Croce Rossa.
Non solo. Collaboreranno anche attivamente allo screening misurando gratuitamente nelle farmacie alcuni parametri di rischio come il peso, il girovita e la pressione arteriosa. Questi saranno poi riportati su una "scheda dei rischi" che durante il fine-settimana verrà completata coi risultati dei test effettuati nelle postazioni della Croce Rossa.

"Dal 19 al 25 marzo - conclude la Zennaro - tutte le farmacie esporranno la locandina della campagna di prevenzione. Stamperanno e metteranno a disposizione dei pazienti le schede sulle quali il farmacista riporterà i valori relativi a peso, altezza e girovita del soggetto, rilevandoli gratuitamente. La misurazione della circonferenza vita è particolarmente importante. Serve a indicare la massa di grasso addominale, che incide più di tutto sul rischio di sindrome metabolica. I farmacisti saranno chiamati a distribuire informazioni e consigli utili per prevenire la sindrome metabolica. In questa come in altre campagne, è quindi evidente come le farmacie siano, a tutti gli effetti, presidi sanitari territoriali che lavorano in sinergia con gli altri operatori sanitari (siano essi medici o volontari) e con le istituzioni nazionali interessate alla tutela della salute".

Sabato 24 o domenica 25 marzo nelle postazioni della Cri verranno rilevati i principali parametri di rischio, in particolare i valori relativi a colesterolo, glicemia e trigliceridi. Saranno anche presenti i medici della Simg per rispondere a interrogativi di carattere sanitario e indirizzare i pazienti più a rischio al medico di famiglia. Per sottoporsi al controllo, i cittadini dovranno presentarsi al mattino a digiuno da almeno tre ore. Potranno quindi effettuare la misurazione di glicemia, colesterolemia, trigliceridemia. Se non lo hanno già fatto in farmacia, otterranno anche la valutazione dell'indice di massa corporea, attraverso la misurazione di peso, altezza e girovita.

A tutti i partecipanti, come gadget, verrà infine consegnato un metro per il controllo del proprio girovita, con indicati i valori limite (per l'uomo 102 centimetri - per la donna 88). Riceveranno anche un opuscolo informativo sulla sindrome metabolica e la pubblicazione "Cibo e salute" che fornisce consigli pratici per un corretto stile di vita, indicando le norme per una alimentazione sana e bilanciata.

INFO:

Sulle malattine metaboliche vedi anche i seguenti articoli:
UN TEST PER PROTEGGERE IL FUTURO DI OGNI NEONATO

LA GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE

ANCHE IL PANE COMBATTE LE MALATTIE METABOLICHE

[Marco Vivan]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->