Menu

Tipografia

 

Presentata dal Consiglio dei Ministri la legge di bilancio e la manovra finanziaria per il triennio 2017-2019. Stanziamenti maggiori per fondo non autosufficienza, scuole con disabili e insegnanti di sostegno, sanità


LA MANOVRA - Come ogni anno il Governo fa un bilancio della propria situazione economica e programma come stanziare le sue risorse finanziarie nell'arco dei prossimi tre anni nei settori che più ne sentono la necessità. Sabato scorso il Governo ha quindi dato il via libera alla nuova legge di bilancio con annessa manovra finanziaria. In questi giorni è stata anche inviata al Consiglio dell'Unione Europea a Bruxelles.
Quest'anno la Manovra è salita a 27 miliardi di euro disponibili ed è volta a sostenere la crescita e a rafforzare i servizi di base a disposizione di tutti i cittadini (sicurezza, salute, istruzione) oltre a contenere misure specifiche di sostegno alle fasce sociali più deboli.

I PUNTI CALDI PER IL SOCIALE - Vediamo in dettaglio cosa è stato pensato per gli ambiti di nostro maggior interesse.

Il primo dato significativo è che la Manovra stanzia 50 milioni in più per il Fondo non autosufficienza. Promessa mantenuta da Renzi che già il 17 settembre 2016, in occasione della Conferenza Nazionale sulle Politiche della Disabilità a Firenze aveva dichiarato: “Io sono qui per ribadire che il tema della disabilità, così come abbiamo fatto con il Dopo di Noi e per le altre leggi approvate, è un pilastro dell’azione di governo. E ritengo che nella legge di Stabilità riusciremo anche ad aumentare, seppur di poco, il fondo per la non autosufficienza.”

Un miliardo in più su scuola e università, non solo per i decreti legislativi per la Buona Scuola ma anche per un intervento per le scuole non statali, per le materne paritarie e per quelle che hanno insegnanti di sostegno e che hanno un numero di disabili rilevante.

113 miliardi per il Fondo sanitario nazionale: con un miliardo in dubbio fino all'ultimo ma alla fine concesso e stanziato precisamente per l'attuazione del piano vaccini, la stabilizzazione dei medici e infermieri precari e il fondo per i farmaci contro l'epatite C e le terapie oncologiche innovative. Sono due miliardi in più rispetto allo stanziamento corrente di 111 miliardi.

7 miliardi di euro in tre anni per la quattordicesima alle pensioni più basse e per l'anticipo pensionistico.
In particolare la cosiddetta Ape 'social', rivolta a “lavoratori che abbiano almeno 30 anni di contributi se disoccupati, invalidi o con parenti di 1° grado con disabilità grave oppure per chi avrà raggiunto i 36 anni di contributi facendo dei lavori cosiddetti 'pesanti'", consentirà di "andare in pensione fino a tre anni prima senza nessun onere fino a 1.500 euro lordi di pensione".
Così spiega il comunicato stampa del Consiglio dei ministri in relazione al provvedimento.

ALTRE NOVITÀ INTERESSANTI - Tra le altre misure adottate segnaliamo lo stanziamento di 600 milioni per le famiglie, la riduzione dell'Ires al 24% e del carico fiscale, 3 miliardi in tre anni per bonus dedicati alle ristrutturazioni edilizie (anche per condomini e alberghi), per il contrasto al dissesto idrogeologico e per l'edilizia scolastica, la diminuzione dell'importo del Canone Rai che scenderà a 90 euro, 1,9 miliardi previsti per il rinnovo di contratti, le nuove assunzioni e il Comparto di Forze Armate e Corpi di Polizia, e l'’avvio del processo di chiusura di Equitalia.


Per approfondire:

Comunicato finale di Palazzo Chigi sulla manovra finanziaria 2017

Le slide sulla manovra


In disabili.com:

Le novità interessanti della Legge di Stabilità dell'anno scorso (2016)




Redazione

-->