Menu

Tipografia

E’ online sul sito dell’INPS il modulo per accedere Reddito e Pensione di cittadinanza. Tra le prime cose richieste, l’ISEE

Da aprile 2019 entra in vigore il Reddito di Cittadinanza (e la Pensione di Cittadinanza), istituito come misura di contrasto alla povertà, con l’obiettivo di favorire il reinserimento lavorativo e l’inclusione sociale. Dopo la discussione di questi giorni al Senato del decreto di conversione, sono state introdotte piccole modifiche, che dovranno passare poi al vaglio della Camera. Nel frattempo è confermato l’avvio della misura: le domande per accedere al beneficio si possono presentare dal 6 marzo 2019.

RDC E DISABILITA’ - Come abbiamo già avuto modo di raccontarvi, il reddito è un beneficio condizionato a una serie di requisiti, tra i quali quelli economici e reddituali, oltre alla sottoscrizione di una Dichiarazione Immediata di Disponibilità (DID) al lavoro.
Per le persone o i nuclei familiari con disabilità sono previste (come per alcune altre categorie)  delle deroghe a questi obblighi o parametri. Tra questi, ricordiamo che:
- Sono esonerati dalla sottoscrizione del DID soggetti con disabilità, come definiti ai sensi della legge 12 marzo 1999, n.68, qualora non sia previsto il collocamento mirato
- Sono esonerati a cura dei Centri per l’impiego i soggetti con carichi di cura, qualora si occupino di familiari minori di 3 anni o disabili gravi e non autosufficienti (come definito dall’ISEE)
- I massimali per le voci di patrimonio mobiliare sono incrementati di 5000 euro per ogni componente con disabilità del nucleo familiare,
- E’ concesso il fatto di essere intestatari di autoveicolo per il quale è prevista l’agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità.
- Nel caso in cui nel nucleo familiare sia presente un componente con disabilità il beneficiario del Reddito è escluso dal terzo caso ma è vincolato, indipendentemente dal periodo di fruizione, all’accettazione di qualsiasi offerta nel raggio di 250 km

IL MODULO PER PRESENTARE DOMANDA - Ora è stato pubblicato dal sul sito dell’INPS il modulo per presentare richiesta di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza (in realtà tre moduli: SR180, SR181 e SR182). Ciascun modulo si può scaricare e compilare in forma cartacea, o compilare online.
Il modulo SR180 è quello che contiene la domanda vera e propria, e nel quale vengono specificati ancora una volta requisiti, durata, termini di domanda del beneficio.

COME PRESENTARE DOMANDA - Le domande devono essere presentate online attraverso il sito, oppure presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) o dopo il quinto giorno di ciascun mese, presso gli uffici postali, anche se al momento c’è parecchia confusione in merito, e sembra che non tutti i Caf siano già disponibili alla compilazione.

COSA FARE GIA’ ORA - Nel frattempo, la cosa importante è provvedere alla richiesta dell’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente presso i CAF oppure online sul sito dell'INPS.
A questo proposito, ricordiamo che le Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) presentate dai cittadini per ottenere l’ISEE hanno le seguenti validità:
DSU presentate:
- dal 1° gennaio al 31 agosto 2019
sono valide dal momento della presentazione sino al 31 dicembre 2019 (ad es., una DSU presentata il 10 febbraio 2019 è valida dal 10 febbraio 2019 al 31 dicembre 2019). Si precisa che le DSU già attestate che recavano data scadenza 31 agosto 2019, sono state aggiornate sul portale con la nuova data di scadenza. Pertanto, le attestazioni ISEE, già rilasciate, con data scadenza del 31 agosto 2019 devono essere considerate valide e con scadenza 31 dicembre 2019.

dal 1° settembre al 31 dicembre 2019
sono valide dal momento della presentazione al 31 agosto 2020 (ad esempio, una DSU presentata il 1° ottobre 2019 è valida dal 1° ottobre 2019 sino al 31 agosto 2020).
(Ne abbiamo parlato approfonditamente qui)

Per approfondire:

Testo del Decreto Legge n. 4 del 28 gennaio 2019

In disabili.com:

Disabili, reddito di cittadinanza e pensioni quota 100: cosa va cambiato

Redazione