Menu

Tipografia


Procedura e moduli per richiedere all’INPS PIN ordinario e PIN dispositivo, utili a verificare  la propria posizione contributiva e richiedere benefici e servizi online all’INPS

Il cittadino - ma anche l’ente o l’azienda - può interagire con INPS e verificare o richiederne prestazioni e servizi online attraverso il suo PIN, ovvero un numero identificativo strettamente personale, che può essere ordinario o dispositivo, emesso dall’ente stesso a ciascun contribuente che ne faccia richiesta. Una volta effettuato l’accesso col PIN personale nel portale dell’istituto, si può accedere alla propria area riservata, dove si trova una sorta di cassetto virtuale con tutte le info riguardanti la propria situazione previdenziale e quant’altro.

PIN ORDINARIO E PIN DISPOSITIVO – Come accennato, il termine “Pin INPS “ è incompleto, poiché va sempre distinto tra Pin ordinario e PIN dispositivo. Innanzitutto va detto che non si può richiedere un PIN dispositivo senza essere prima in possesso del PIN ordinario, ovvero del primo PIN che viene rilasciato dall’INPS per poter consultare i dati della propria posizione contributiva o pensione. Quando il cittadino voglia invece richiedere prestazioni o altri servizi, gli viene richiesto l’utilizzo del PIN dispositivo, che è una sorta di upgrade di quello ordinario. Con il PIN dispositivo possiamo, ad esempio, accedere alla domanda di disoccupazione, ma anche maternità, congedo straordinario, controllo della propria posizione in merito alla presentazione modello ICRIC, Reddito di cittadinanza, etc. Vediamo come si richiedono sia il PIN ordinario che quello dispositivo.

RICHIESTA DEL PIN ORDINARIO – Il PIN ordinario si può richiedere:

a) Online
b) Presso le sedi INPS
c) Tramite Contact Center al numero verde INPS 803 164 (per chi chiama da tel. fisso) o  06 164 164 (per chi chiama da cellulare).

La procedura online  di richiesta PIN INPS parte da questa pagina, quale viene richiesto di indicare:
- codice fiscale
- dati anagrafici
- indiritto di residenza
-telefono
-recapiti ai quli verrà inviato il PIN
Una volta verificati  dati, l’INPS invierà una prima parte di pin via email o sms, e la seconda tramite posta, all’indirizzo indicato.
Una volta ricevuti tutti  caratteri, l’utente può loggarsi su www.inps.it e seguire la procedura guidata per il primo accesso. A quel punto riceverà il PIN definitivo ordinario.

CONVERTIRE IL PIN IN PIN DISPOSITIVO - Come detto, il PIN ordinario non consente di richiedere prestazioni e benefici online: per fare ciò è necessario convertire il PIN ordinario in PIN dispositivo. Anche in questo caso la procedura può essere fatta online, oppure recandosi presso una sede INPS. In entrambi i casi viene richiesto all’utente di compilare il modulo MV35 - Richiesta assegnazione codice PIN dispositivo per il cittadino: da consegnarsi a mano nella sede Inps qualora si scelga questa modalità, oppure da compilare e scansionare firmato, per caricarlo online con un documento di riconoscimento.
Completate le verifiche, il PIN ordinario viene convertito in PIN dispositivo.

I MODULI PER RICHIEDERE IL PIN - Poiché, come detto, il PIN per azioni autorizzate può essere richiesto sia da parte del privato cittadino che di altri enti, per facilitare il recupero dei moduli necessari per la richiesta PIN dell’INPS, l’Istituto ha recentemente raccolto in un’unica pagina della sezione “Tutti i moduli” del suo portale tutti i moduli per “Assegnazione e abilitazione PIN”. La pagina si trova in alto nel menu a sinistra, e consente di trovare al suo interno tutti i moduli di assegnazione e abilitazione ai profili PIN, oltre al modulo di assegnazione del PIN dispositivo al cittadino (MV35 - Modulo di richiesta individuale, per se stessi, per minori o per soggetti sottoposti a tutela, curatela o amministrazione di sostegno). Alla pagina indicata sono disponibili i seguenti moduli:

- MV36: “Richiesta di abilitazione per enti e casse previdenziali convenzionate con INPS per la totalizzazione e l'Estratto Conto Integrato Casellario dei lavoratori attivi”;
- SC62: “Richiesta di abilitazione PIN azienda – dipendente privato o pubblico o subdelegato di intermediari”;
- SC65: “Richiesta di abilitazione PIN azienda – datore di lavoro”;
- AP110: “Richiesta PIN dispositivo per medici certificatori”;
- RA012: “Richiesta di abilitazione ai servizi telematici Gestione Dipendenti Pubblici – denunce contributive e versamenti, contribuzione figurativa, prestiti, riscossione crediti, gestione TFR/ TFS”;
- MV62: “Richiesta di abilitazione PIN amministrazione comunale – dipendente o incaricato”.
 
Photo credits: Pexels


Redazione