Menu

Tipografia

voto_disabili_elezioni_2013Con le elezioni ormai alle porte ricordiamo le modalità di voto previste per le persone con disabilità

Si avvicina il giorno delle elezioni: come avrete avuto modo di vedere dalla già battente campagna elettorale, il 24 e 25 febbraio prossimi siamo chiamati alle urne per le consultazioni politiche nazionali. Come sapete, per le persone con disabilità sono previste delle specifiche modalità per agevolare l’espressione del proprio voto, garantendo così questo diritto, che spetta ad ogni cittadino italiano. 

Per aiutare i nostri lettori abbiamo quindi realizzato uno speciale di approfondimento per affrontare le elezioni con maggior consapevolezza dei propri diritti e delle facilitazioni che la legge italiana offre.
Qui di seguito una breve sintesi di quello che troverete nel nostro speciale.


QUANDO E COME SI VOTA - Le elezioni politiche 2013 si svolgono domenica 24 e lunedì 25 febbraio 2013, giorni in cui i cittadini italiani sono chiamati a votare per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, in concomitanza alle elezioni regionali in Lombardia, Lazio e Molise. I seggi sono aperti domenica 24 febbraio 2013 dalle ore 8:00 alle ore 22:00 e lunedì 25 febbraio 2013 dalle ore 7:00 alle ore 15:00.

TIPI DI VOTO - La legge italiana prevede per le persone con disabilità alcune tipologie di voto: il voto assistito che prevede un accompagnamento in cabina elettorale; il voto domiciliare, per gli elettori dipendenti da apparecchiature elettromedicali o intrasportabili; la possibilità di votare in altro seggio se il proprio non sia accessibile, e altre modalità che vediamo in dettaglio.

VOTO ASSISTITO -  La legge prevede che gli elettori fisicamente impediti, ciechi, amputati alle mani, affetti da paralisi, possano esercitare il proprio voto con un accompagnatore in cabina che può essere iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi Comune italiano previa richiesta di voto assistito all’ufficio elettorale comunale.
L’elettore deve attestare la propria condizione di impedimento a esercitare il voto autonomamente con la documentazione sanitaria rilasciata gratuitamente dall’ASL. Nella pagina dello speciale trovate tempi e modalità relative al voto assistito
   
VOTO DOMICILIARE - La legge dà la possibilità di votare dalla propria abitazione nel caso di €˜persone intrasportabili‑¬ o persone gravemente inferme che si trovino in condizione di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.
Per poter usufruire di questa modalità , è necessario presentare la documentazione sanitaria rilasciata gratuitamente dall’ASL (la quale non deve essere prodotta prima di 45 giorni dalla data delle elezioni). Per gli €˜intrasportabili‑¬, la certificazione deve avere una prognosi non inferiore ai 60 giorni. La richiesta per votare dal proprio domicilio va presentata al sindaco entro quindi giorni prima dalla data di votazione.

ELETTORI NON DEAMBULANTI - Nel caso in cui il seggio elettorale in cui si è iscritti non sia accessibile, si può esercitare il proprio diritto di voto in un’altra sezione del Comune. In questo caso l’elettore non deambulante deve presentare un’attestazione medica di €˜impossibilità o capacità gravemente ridotta di deambulazione‑¬,  rilasciata gratuitamente dai medici della ASL (anche in precedenza o per altri scopi) o esibire la patente di guida speciale.
Ricordiamo inoltre che per le consultazioni elettorali ogni Comune deve mettere a disposizione un servizio di trasporto pubblico per disabili che faciliti il raggiungimento del seggio elettorale.

ELETTORI RICOVERATI - I degenti in ospedali e case di cura e i detenuti in carcere possono votare dal luogo in cui sono ricoverati o detenuti. Gli elettori ricoverati in casa di cura o ospedale devono essere in possesso di un’attestazione del Sindaco, richiesta dallo stesso elettore, che li autorizzi a votare nel luogo di ricovero.

DISABILI INTERDETTI - L’elettore disabile interdetto ha la possibilità di votare. Egli non ha diritto al voto assistito e deve dunque esercitare il proprio diritto di voto senza assistenza alcuna. 

PARTITI E PROGRAMMI ‑¬â€˜ Diversi i partiti che si candidano per queste elezioni. Per voi abbiamo raccolto i programmi dei principali gruppi (Partito Democratico, Popolo Della Libertà , Scelta Civica, Fare Per Fermare Il Declino, Movimento 5 Stelle, Movimento Italiano Disabili) e evidenziato per voi i punti principali delle proposte di ciascuno, estrapolate dai programmi, relativamente alle tematiche legate alla disabilità (es. piano per l’autosufficienza, piano di trasporti per disabili a livello comunale, 5 per mille per la ricerca scientifica‑¬¦).
Questa la pagina per approfondire.

PER INFO:
Ricordiamo che il Sito ufficiale relativo alle consultazioni elettorali è quello del Ministero dell’Interno


IN DISABILI.COM:

SINDACI DISABILI SCRIVONO UN APPELLO PER UNA POLITICA PIU' ATTENTA ALLA DISABILITA'


Redazione


Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->