Menu

Tipografia

speciale diversity management

La formazione viene spesso inclusa all’interno dei programmi di diversity management nelle aziende perché può essere finalizzata a:

  • acquisire consapevolezza rispetto agli stereotipi che sono alla base di molte delle decisioni dei manager e dei recruiters;
  • sviluppare competenze nell’interazione costruttiva con le diversità, facendo leva sull’apprendimento;
  • integrare e applicare i concetti della diversità in tutti gli aspetti della vita organizzativa non come argomento a sé stante ma connesso con le attività lavorative quotidiane.

Per progettare interventi formativi efficaci risulta indispensabile una corretta e puntuale analisi dei fabbisogni, in quanto ogni organizzazione è un caso a sé stante, con caratteristiche peculiari al suo interno. Inoltre, è bene sottolineare che un programma formativo non è costituito da eventi unici o sporadici ma inquadra un arco temporale a lungo termine, per questo si parla di lifelong learning.

Scontato dire che non è sufficiente attivare il programma di formazione ma occorre valutarne l’impatto, in termini di risultati ottenuti.

Purtroppo, negli ultimi anni, in Italia la formazione sulla diversità rappresenta più che altro una moda. Questo significa che la formazione non viene fatta per convinzione o perché si intende realmente cambiare comportamenti e/o atteggiamenti, ma per conformarsi a quanto fanno altre imprese o per rispondere, velocemente e a costi bassi, alle richieste degli stakeholder.

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->