Menu

Tipografia

anmilIl progetto è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

È incominciata nelle scorse settimana l’attuazione della fase operativa del Progetto €˜Tesori Nascosti ‑¬¦percorsi di ricerca e sviluppo delle competenze professionali e personali di infortunati sul lavoro‑¬ realizzato dall’ANMIL e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Direzione Generale per il Volontariato l’Associazionismo e le Formazioni Sociali ai sensi dell’art.12, lettera f) della legge 7 dicembre 2000 n. 383, annualità 2009) iniziando proprio dalle 15 province (Milano, Brescia, Rovigo, Belluno, Gorizia, Siena, Grosseto, Viterbo, Ancona, Macerata, Teramo, Napoli, Benevento, Catanzaro e Vibo Valentia) in cui è stato attuato.

LE DUE FASI DEL PROGETTO:

Il progetto si sviluppa su due versanti:

- consentire, da un lato, agli associati ANMIL di essere direttamente protagonisti - attraverso un percorso fruibile on-line - dell’elaborazione del proprio bilancio personale;
- formare, dall’altro, un gruppo di operatori ANMIL per prepararli alle attività di supporto e di orientamento successive alla definizione dello stato dell’arte ottenuto attraverso il bilancio e il portfolio.

In questo senso si è quindi proceduto:
1- a costruire e sperimentare un percorso on-line per l’individuazione e l’analisi delle risorse degli associati, con la finalità di elaborare un proprio bilancio e portfolio delle competenze informali orientato al reinserimento sociale, familiare e lavorativo degli infortunati;
2- a costruire e sperimentare un percorso formativo per gli operatori ANMIL per prepararli all’utilizzo del percorso on-line, all’attività di supporto e consulenza, e all’elaborazione del progetto personale di reinserimento lavorativo e/o sociale degli infortunati. Ciò attraverso test e questionari psico-attitudinali, materiale informativo e di approfondimento, formazione in aula degli operatori ANMIL e animazione di una web community durante la fase di sperimentazione.

Terminata la prima fase sperimentale si avvierà ora su quei territori l’applicazione pratica del percorso già svolto con esiti molto positivi da diverse decine di invalidi del lavoro cui il Progetto era rivolto.
Le 9 regioni d’Italia sedi della sperimentazione, hanno dato modo di verificare - al di là delle differenti condizioni territoriali sia in ambito occupazionale che per quanto riguarda il reinserimento sociale ‑¬â€˜ come l’idea di contribuire in modo mirato e personalizzato alla ricerca dei €˜talenti‑¬ o Tesori nascosti delle persone che riportano anche gravi invalidità permanenti all’indomani di un infortunio sul lavoro, possa essere realmente e utilmente applicata.

GLI OBIETTIVI:

- Fornire agli infortunati uno strumento informatico, anche autogestibile, per un’analisi delle potenzialità e dei fabbisogni.
- Aiutare gli infortunati a recuperare la consapevolezza delle proprie risorse e potenzialità , al fine di costruire un progetto mirato di reintegrazione lavorativa e sociale.
- Sviluppare le competenze degli Operatori Anmil, che diventano così mediatori/facilitatori nei confronti degli associati, progettando con loro e per loro programmi di supporto al reinserimento sociale e lavorativo.
-    Sperimentare, sul territorio, la potenzialità di tale servizio innovativo, integrato di analisi, valutazione e progettazione di azioni personalizzate per il reinserimento sociale e lavorativo degli infortunati.


INFO:

Numero verde: 800180943 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13)
http://www.anmil.it


IN DISABILI.COM:

ANMIL PER PROMUOVE LA CULTURA DELLA PREVENZIONE

SICUREZZA SUL LAVORO: SUCCESSO PER LA CAMPAGNA ANMIL



Redazione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->