Menu

Tipografia


lavorodisabiliIl programma pilota è stato istituito per rispondere ai principi di pari opportunità


Il Parlamento Europeo finalmente da la possibilità anche ai giovani con disabilità di partecipare a un tirocinio formativo.
L'obiettivo principale del programma è quello di offrire alle persone con disabilità una proficua esperienza di lavoro come tirocinanti al Parlamento Europeo, dando loro un'occasione di familiarizzarsi con le sue attività .

Il Parlamento Europeo ha istituito questo programma pilota per mettere in pratica i principi delle pari opportunità aiutando le persone con disabilità ad ottenere un'esperienza professionale che ne incrementi le possibilità di una futura occupazione. Così facendo intende contribuire la consapevolezza generale in merito alla disabilità del personale del PE, contribuendo ad eliminare gli ostacoli all’integrazione delle persone con disabilità .
I bandi di selezione sono rivolti a giovani in possesso di un diploma di laurea o di un titolo di scuola superiore che vogliano accedere a cinque mesi di tirocinio retribuito.

 Per partecipare alle selezioni è necessario essere cittadini di uno Stato membro dell'Unione europea o di un paese candidato, avere compiuto 18 anni alla data di inizio del tirocinio, avere una conoscenza approfondita di una delle lingue ufficiali dell'Unione(inglese, tedesco, francese) e una buona conoscenza di una seconda di queste lingue, accertare il proprio stato di disabilità e di non aver svolto altro tirocinio retribuito presso le Istituzioni europee. Le candidature vanno inviate solo ed esclusivamente online scaricando l'Atto di candidatura presente sul sito possono essere inoltrate fino al 15 ottobre 2010 nel caso di partenza al 1 marzo 2011 e tra il 15 marzo e il 15 maggio 2011 per la partenza del 1 ottobre 2011.

l Parlamento europeo fornirà ai tirocinanti informazioni sulle possibili opzioni in materia di alloggio accessibile, trasporto e assistenza, ma non si impegna a predisporre tali servizi. I tirocinanti saranno responsabili in prima persona per la scelta dell'alloggio, la firma del contratto di locazione e il pagamento della cauzione.
Per contribuire alla copertura dei costi supplementari connessi ad un alloggio accessibile, al trasporto e all'assistenza potrà (quindi non €˜dovrà ‑¬) essere concessa un'indennità di disabilità . Non sono previsti ulteriori pagamenti se le spese del tirocinante superano l'importo della borsa e dell'indennità di disabilità .

I candidati saranno selezionati dopo una valutazione dei rispettivi meriti e competenze, confrontando il profilo del candidato con le possibilità di tirocinio disponibili. La valutazione si baserà sulle informazioni contenute nell'atto di candidatura. Nel caso di candidati a pari merito, si cercherà un equilibrio fra uomini e donne nonché un equilibrio in ordine all'origine geografica, nella misura consentita dal numero limitato di tirocini.

Il programma è stato lanciato in collaborazione con il Forum europeo della disabilità (FED), affinché esso possa raggiungere un gran numero di potenziali candidati di tutti gli Stati membri dell'Unione europea e dei paesi candidati.


Per ulteriori informazioni e per scaricare l'Atto di candidatura cliccare su:
Tirocini retribuiti per persone con disabilità

Per approfondire:

LAVORO DISABILI