Menu

Tipografia

jobs“Lavoriamo in rete  – percorsi di inserimento lavorativo nei territori del Sud”  durerà 18 mesi ed è rivolto alle persone con Sindrome di Down


Se avere un lavoro è innanzitutto un diritto - come afferma la nostra Costituzione - sappiamo che avere un’occupazione assume una molteplicità di significati positivi aggiuntivi nel caso di disabilità, e disabilità intellettive in particolare. Essere occupati significa infatti sviluppare competenze anche nella sfera sociale, come  imparare a socializzare, a relazionarsi ad essere autonomi, ad organizzarsi ed a raggiungere degli obiettivi.

Ricordiamo che in Italia, nel 2011, rispetto alle 644.029 persone con disabilità iscritte agli elenchi unici del collocamento e ai 37.375 posti disponibili, sono stati realizzati 22.023 avviamenti: di questi 4.761 nel Centro, 2.409 nel Sud/ Isole, 14.853 nel Nord (VI Relazione al Parlamento sulla Legge 68/99): ancora troppo pochi.


Sono quindi da promuovere e incentivare progetti come quello lanciato dall’Associazione Italiana Persone Down  e sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD dal titolo
  “Lavoriamo in rete – percorsi di inserimento lavorativo nei territori del Sud”, rivolto a persone con Sindrome di Down.

Il progetto, che durerà 18 mesi,  ha l’obiettivo di  avviare i soggetti partecipanti al lavoro attraverso consulenza, informazione e formazione in presenza (incontri di formazione per familiari, percorsi di orientamento e formazione per giovani con sindrome di Down) e a distanza (tramite corso online e telefono), azioni di sensibilizzazione del mondo aziendale/istituzionale e monitoraggio e tutoraggio in situazione e l’avvio di nuovi servizi di inserimento lavorativo (SIL) presso le Sezioni che ne sono sprovviste.

Verranno coinvolti 13 operatori e 13 sezioni AIPD (35 persone con sindrome di Down e 35 famiglie), in sei regioni nel Sud Italia e le due Isole (Bari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Lecce, Matera, Milazzo-Messina, Napoli, Oristano, Potenza, Reggio Calabria, Termini Imerese).
A breve, fanno sapere gli organizzatori, verrà creato un database online di raccolta dati dei potenziali lavoratori e delle aziende dei territori coinvolti per “Lavoriamo in rete”.

L’associazione AIPD, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato,  proprio recentemente ha realizzato un altro interessante progetto rivolto ragazzi con Sindrome di Down tra i 18 e i 30 anni che saranno impegnati in attività di supporto al lavoro del Corpo Forestale dello Stato, nelle aree da esso gestite. Un’esperienza unica a contatto con la natura, oltre ad un’occasione per l’inclusione sociale e al lavoro.



Per info:

aipd.it

www.fondazioneconilsud.it



In disabili.com:

Se l’inclusione passa per la tv (e vince due volte)

Esperto lavoro


Redazione