Menu

Tipografia

Si parla davvero poco, in Italia, di quella grande risorsa che è il lavoro interinale per le persone disabili, e per le categorie "deboli" in genere.

Come dimostra del resto anche il Forum "Lavoro" del nostro www.disabili.com, che registra un numero sempre crescente di offerte depositate da agenzie di Lavoro Temporaneo, sono molti gli impieghi in cui è richiesta una figura professionale appartenente alle categorie protette, e spesso il lavoro interinale si presenta come un ottimo trampolino di lancio per entrare nel mondo del lavoro e per restarci, il più delle volte, davvero a lungo.

Tra le agenzie che offrono un posto "a tempo determinato" c’è la Adecco, uno dei gruppi leader in Italia e nel mondo nella gestione delle Risorse Umane, con una rete di oltre 510 filiali e con 30.000 persone impiegate in 10.000 aziende clienti. Ormai le agenzie di questo tipo vanno considerate come dei veri e propri "datori di lavoro", o comunque come degli insostituibili trait d’union tra la domanda e l’offerta; la Adecco, che detiene il 35% di quota di mercato e ha avviato oltre 221.000 persone nel 2001, con un’occhio di riguardo anche nei confronti delle categorie lavorative più deboli creando in Italia, nell’Aprile del 2001, la "Fondazione Adecco per le Pari Opportunità".

Nata e sviluppatasi sul modello della spagnola "Fundaciòn Adecco para la Integraciòn Laboral" sorta nel 1997, la Fondazione si propone di progettare e attuare delle politiche attive nei confronti dei più disagiati, tra cui i soggetti appartenenti alle categorie protette, i disoccupati di lunga durata, over 40 e gli ex atleti, con il fine ultimo, fondamentale, di far coincidere la domanda con l’offerta di lavoro.

Ad un anno dalla sua nascita, la Fondazione Adecco per le Pari Opportunità vanta già risultati di tutto rispetto: sono stati inseriti e ricollocati oltre 136 atleti, 419 persone disabili, più di 15.541 over 40 e anche 99 donne con carichi di famiglia. Senza contare, poi, che per gran parte di queste persone il lavoro temporaneo è diventato ben presto qualcosa di più stabile e duraturo: il 40% degli atleti e il 90% delle persone disabili, infatti, dopo l’esperienza del lavoro temporaneo è stato assunto a tempo indeterminato. A dimostrazione, quindi, che il lavoro interinale è davvero una via maestra per accedere al mondo del lavoro, e, nonostante le sue caratteristiche intrinseche di "brevità" e "incertezza", diventa invece spesso un’ottima possibilità per garantirsi un impiego duraturo e continuativo nel tempo.

Il prossimo 15 marzo, a Venezia, la Fondazione promuove un incontro con gli organi di informazione, allo scopo di discutere sulle potenzialità offerte dal Lavoro Temporaneo nella concreta attuazione dell’inclusione sociale, e sulle politiche del lavoro da attuare nel prossimo futuro.

"Il lavoro temporaneo - afferma Claudio Soldà, Direttore Operativo della Fondazione Adecco per le Pari Opportunità - ha ormai assunto un ruolo determinante nelle dinamiche del mondo del lavoro. Le opportunità offerte da questo strumento possono ridurre la distanza che divide le categorie di persone con difficoltà di inserimento lavorativo, dalla loro realizzazione professionale. Attraverso il Lavoro Temporaneo è possibile raggiungere una piena integrazione sociale come dimostrano i dati della Fondazione Adecco che ad un anno dalla sua nascita vanta già una banca dati di quasi 66.519 candidati tra ex atleti, persone disabili e over40 e più del 60% dei rapporti di lavoro instaurati si sono trasformati in contratti a tempo indeterminato."

PROGRAMMA DEL CONVEGNO
"Inclusione sociale e politiche del lavoro: le potenzialità del Lavoro Temporaneo"
Venerdì 15 Marzo 2002
Ore 15.00
Fondazione Giorgio Cini
Isola di S.Giorgio Maggiore
Venezia

Benvenuto:
CLAUDIO SOLDA'

Direttore Operativo Fondazione Adecco per le Pari Opportunità

Moderatore:                                                              
MAURIZIO CREMA
Giornalista "Il Gazzettino"

Introduzione
On. Prof. TIZIANO TREU
Presidente della Fondazione Adecco
"Esclusione sociale e Politiche del Lavoro"

On. BRUNO TRENTIN
Eurodeputato
"Integrazione sociale e Formazione Professionale"

Prof. ROBERTO ROMEI
Docente Universitario di Diritto del Lavoro
"Lavoro temporaneo e Collocamento Mirato:potenzialità e utilizzo"

FRANCISCO MESONERO
Direttore Generale Fondazione Adecco Spagna
(Fundaciòn Adecco para la Introducion Laboral)
"L'esperienza della Fondazione Spagnola"

DIANA BIANCHEDI
Vicepresidente CONI
"Il progetto MASTER di ricollocamento degli ex atleti"

Conclusioni
ALESSANDRO SABIUCCIU
Assessore al Lavoro Provincia di Venezia

GIUSEPPE CACCIA
Assessore alle Politiche Sociali Comune di Venezia
"Il Progetto Equal 'INCLUSIONE

Per ulteriori informazioni:
Simona Raffaelli
Responsabile Ufficio Stampa
Adecco SPA
tel. 02/88.14.30.14

Manlio Coralli
Direttore Marketing
Adecco SPA
tel. 02/88.14.30.09

www.adecco.it