Menu

Tipografia

mela aism alessandro

La sclerosi multipla è la prima causa di disabilità tra i giovani dopo gli incidenti stradali. Per questa malattia, che si manifesta in media nella giovane età e che progressivamente va aggravandosi, attualmente non esiste una cura in grado di far guarire. Ma molti sono i trattamenti per far affrontare al
meglio la vita alle persone con SM, molti sono i progressi della scienza, come pure fitta la rete di supporto e servizi (vedasi riabilitazione, assistenza psicologica, etc) che l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) garantisce gratuitamente a quanti ne sono colpiti.

Per contribuire nel nostro piccolo a supportare la ricerca scientifica contro la SM e i servizi a supporto delle persone che ne sono colpite, possiamo rispondere all’appello di AISM, che il 2 il 3 e il 4 ottobre torna in 5 mila piazze italiane con “la Mela di AISM”. In quei giorni 13 mila volontari di AISM distribuiranno oltre 4 milioni di mele a fronte di una donazione minima di 9  euro, con cui si potrà portare a casa un sacchetto da 1,8 kg di gustose mele rosse, verdi e gialle.

Molti i volti noti a sostenere la Mela di AISM, oltre al testimonial Alessandro Borghese, tra cui Serse Cosmi, Chiara Francini, Paola Marella, Ciccio Graziani, Antonella Ferrari, Massimiliano Rosolino e tanti altri.


Trova qui la piazza più vicina dove trovare le mele di AISM

Inoltre è possibile contribuire alla ricerca sulla SM anche con un SMS al 45512.

Qualche numero della sclerosi multipla:
Perché partecipare a questa iniziativa? Ce lo dicono i numeri sulla Sclerosi Multipla:
-1 diagnosi ogni 3 ore
- 3.400 casi all’anno
- 126mila persone in Italia con SM
- 50 % ha tra i 20 e 40 anni
- 2 a 1 il rapporto donne/uomini con SM



Potrebbe interessarti anche:

Uno studio di AISM su Sclerosi Multipla e ansia

Sclerosi multipla. Vi racconto cosa accade quando il corpo non risponde a nessun comando

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione