Menu

banner exposanita

 
 
 
 
 

Tipografia

panorama di una strada di varsavia

Come ogni anno, anche in questo 2019 è stata proclamata la città più accessibile d’Europa. Quest’anno si aggiudica il titolo, messo in palio dalla Commissione Europea nell'ambito dell'Access City Award 2020 e consegnato a Bruxelles, la città di Varsavia, capitale della Polonia, che si aggiudica il titolo dividendo il podio con la spagnola Castello de la Plana (seconda classificata) e la svedese Skelleftea (terza classificata).

Ad essere premiati sono, come ogni anno, gli sforzi che le città mettono in campo su più fronti di intervento per rendersi più accessibili a tutti i cittadini: non solo quelli con disabilità. Ecco che quindi i riconoscimenti sono molteplici, relativamente ai diversi ambiti considerati:

-          per gli interventi di accessibilità in riferimento alle disabilità invisibili: Evreux (Francia)

-          per l'impegno dei cittadini con disabilità a promuovere l'accessibilità: Tartu (Estonia)

-          per i parcheggi accessibili e la prevenzione dell'utilizzo improprio del Cude: Chania (Grecia).

Il titolo, quest’anno, sarà accompagnato anche da un riconoscimento monetario: in occasione del decimo anno del del premio, la Commissione europea assegna un incentivo finanziario di 350 mila euro ripartito tra le prime tre città vincitrici: 150 mila euro a Varsavia, 120 mila a Castello de la Plana e 80 mila euro a Skelleftea.


Potrebbe interessarti anche:

L’appello virale di una bambina disabile contro le barriere architettoniche: "La città è anche nostra!” (VIDEO)

Una città senza barriere è una città per tutti: Padova lancia la sfida

Foto: Pixabay