Menu

Tipografia

(Publiredazionale)

Sollevare e spostare una persona anziana, con disabilità, o con scarso controllo della mobilità, è una operazione complessa e molto onerosa per il caregiver che debba, ad esempio, spostare dalla camera al bagno un utente che non è in grado di stare in piedi o controllare il busto.

Consente questo genere di movimentazioni il sollevatore: un ausilio che permette di imbragare l’utente in sicurezza e spostarlo poi, senza fatica per il caregiver, attraverso un modulo di sollevamento e traslazione. Tra i vari tipi di sollevatore, il sollevatore a binario può consentire trasferimenti da stanza a stanza, consentendo all’utente di fruire dei vari ambienti dell’abitazione o della struttura di ricovero.

fasi di sollevamento dell'utente con sollevatore
Rientra in questa tipologia il sollevatore a binario Roomer S, proposto da Miltecho: di piccole dimensioni e senza ingombro al suolo, questa struttura consente a una persona di sollevare e movimentare l'utente da sola e senza sforzo, senza necessità di abbattere gli stipiti delle porte o di effettuare opere murarie.
Il paziente viene assicurato in sicurezza tramite una imbragatura su tre punti di ancoraggio che assicurano migliore comfort grazie a una migliore distribuzione del peso e movimentato senza scossoni.

Un software dedicato, infine, consente di gestire i dati d’utilizzo e la manutenzione.

Qui sotto, un video mostra il funzionamento del sollevatore Roomer S


bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

-->