Menu

Tipografia

BERNARDO BERTOLUCCINon usa mezzi termini il regista Bernardo Bertolucci, che entra in polemica col sindaco di Roma Gianni Alemanno, denunciando qualche giorno fa  "l'insensibilità del Comune nei confronti dei disabili".

Così Bertolucci che, da alcuni anni su una sedia a rotelle, tentando di accedere al Campidoglio per partecipare a un matrimonio, è rimasto bloccato: "Caro sindaco, lei chiude la porta in faccia a tutti quei turisti, e non credo siano pochi, che arrivano in sedia a rotelle per visitare il famoso Campidoglio. Forse non se ne rende conto ma lei ogni giorno manca di rispetto a chissà quanti disabili". Le barriere architettoniche avrebbero dunque impedito l'accesso al Campidoglio da parte del regista, che si dice "profondamente umiliato e anche molto arrabbiato".

L'intervento è stato fatto da Bertolucci nelle vesti di "Indignato Speciale" sul blog di Fiamma Satta "Diversamente affabile" sulla Gazzetta dello Sport online. Immediata la replica del primo cittadino della Capitale: "Mi scuso, ma garantisco che il Campidoglio, nonostante i vincoli architettonici e storici, è totalmente accessibile come e oltre le altre capitali europee". E continua poi: "Bisogna stare attenti a non dare un'immagine distorta della nostra città che è perfettamente all'altezza delle altre grandi città europee", aggiunge.

Alemanno ha inoltre spiegato attraverso un video che "non si possono mettere pedane in piazza del Campidoglio", perchè, ha aggiunto il direttore dei musei capitolini Claudio Parisi Presicce "si deve mantenere intatta la facciata del palazzo di Michelangelo e non deturparne il disegno".

Per questo sono state realizzate delle alternative "e quindi già da prima del mio arrivo non esistevano barriere architettoniche", ha spiegato. Infatti, per le persone con disabilità motorie ci sono altre "due possibilità di accesso e cioè una dal Portico del Vignola, ovvero dalla rampa che da via del Tempio di Giove introduce da una parte a Palazzo dei Conservatori, luogo che ospita i Musei Capitolini, e dal lato opposto al Palazzo Senatorio. Il secondo ingresso è in via delle Tre Pile 1, dove un ascensore permette l'accesso a Palazzo dei Conservatori e Palazzo Caffarelli".

Fonte: La Repubblica


IN DISABILI.COM:

Speciale ACCESSIBILITA' AMBIENTI PUBBLICI



-->