Menu

Tipografia
give mind a chancePromuovere una corretta conoscenza delle malattie mentali e facilitare l'inserimento lavorativo delle persone che hanno un'esperienza di disagio psichico alle spalle. Questi gli obiettivi del concorso "Give mind a chance!", promosso dalla fondazione italiana Accenture in collaborazione con Progetto Itaca e diffuso attraverso la piattaforma internet http://www.ideaTRE60.it. "Singole persone, imprese, cooperative sociali possono proporre i loro progetti direttamente sul sito -spiega Bruno Ambrosini, segretario generale della fondazione Accenture-. E' un concorso aperto ai giovani e a tutti coloro che vogliono partecipare a rendere migliore la nostra società ".

Il 27% della popolazione soffre, almeno una volta nella vita, di un disturbo mentale, soprattutto negli anni dell'adolescenza. "Eppure l'ignoranza e il pregiudizio regnano sovrani -spiega Claudio Mencacci, direttore del dipartimento di Neuroscienze dell'Azienda ospedaliera Fatebenefratelli di Milano-. È indispensabile sensibilizzare le persone, ma soprattutto dar loro un'informazione corretta. La malattia mentale esiste, è oggetto di studi e di ricerca e tutti i disturbi sono curabili". Da qui la sfida lanciata da fondazione Accenture, con il concorso "Give mind a chance!". I cinque progetti più efficaci verranno selezionati da una giuria on-line e il migliore riceverà un premio di 5 mila euro cui la fondazione Accenture aggiungerà un contributo, fino a 100 mila euro, per la realizzazione concreta del progetto. A oggi, sono più di venti i progetti in gara e c'è tempo fino al 15 marzo per partecipare.

La piattaforma "IdeaTRE60", promossa da fondazione italiana Accenture, è nata nel marzo 2010. In questi mesi ha portato a conclusione il concorso "Alimentarsi bene, vivere meglio" che ha visto una massiccia partecipazione da parte degli utenti che hanno inviato 115 idee progettuali. Attualmente, oltre a "Give mind a chance", la piattaforma ospita "Idee al futuro": l'invito, rivolto ai giovani abruzzesi, è quello di avanzare proposte e progetti innovativi sulle nuove tecnologie per rinnovare l'area colpita dal terremoto. "IdeaTRE60 è una piattaforma aperta a tutti. Dove possono trovare spazio istituzioni, fondazioni, enti e tutte le realtà che vogliono lanciare concorsi e chiedere un contributo alla creatività della collettività ", conclude Bruno Ambrosini.


Fonte: Redattore Sociale
-->