Menu

Tipografia

emanuele lavora in serraPatrizia Tolot, presidente di Down Dadi, ci spiega perchè

Non si parla mai dei risultati degli alunni disabili che con tanta difficoltà e a volte contro l'atteggiamento di sufficienza da parte di qualche insegnante sostengono l'esame di stato (la vecchia maturità x capirci ). Mio figlio come tanti altri ha appena finito ed è stata un'esperienza al di sopra di ogni aspettattiva per tutti, insegnanti e genitori.
Un esempio: Emanuele ha frequentato la 5 B dell'istituto agrario Duca degli Abruzzi sez. professionale S. Benedetto. Qui al professionale grazie alla tenacia della famiglia , dell'associazione e di qualche insegnante è stato uno dei primi ad esaurire il percorso fino alla 5°, in genere sui 16 anni comincia la sequela da parte dei servizi e degli insegnanti : " ma lo fermate vero? che senso ha continuare? si stancherà sicuramente.., tanto ormai è arrivato dove è arrivato , non sapremo che altro fare con lui..., più di così ? cosa si potrebbe fare ormai etc...lasciamolo a casa tranquillo..................... ma che tranquilli! Loro hanno proprio bisogno di vivere tutte le esperienze che fanno parte della vita, fatica, ansia, gioie o delusioni,
ORRORE ed ERRORE !!!!!!!!!!!!! ecco dove sta il vero problema!
Non sapete che cosa proporre! E come spesso succede anche con gli alunni normo-dotati, se la classe non funziona ma ovviamente il problema è dei ragazzi! Non sia mai che ci si chieda se x caso non servono proposte diverse e forse più adeguate !
Sui disabili comunque QUESTE ERANO LE SIMPATICHE INFORMAZIONI CHE SI DAVANO GIA' 30-40 ANNI FA QUANDO ANCORA NON C'ERA L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA E LA LETTERATURA SCIENTIFICA SI RAPPORTAVA CON PERSONE DISABILI CHE AD UN CERTO PUNTO DAVVERO VENIVANO RELEGATE IN AMBIENTI SEGEREGATI E LONTANI DAI LUOGHI DELLA VITA VERA!
Per fortuna i ragazzi disabili di questi ultimi anni hanno una formazione diversa dai molti che ad oggi si trovano ad essere inseriti in strutture del genere !
Ora è dimostrato quanto importante sia non tanto l'età anagrafica quanto per tutti vivere in un ambiente stimolante, le regressioni e le depressioni sono le nuove emergenze x chi non vive contesti simolanti e soddisfacenti, e il disabile che è prima di tutto persona è ancora più vulnerabile in questo senso.
Quando l'ambiente è ok spesso i nostri ragazzi all'esame di stato vanno al dilà delle aspettative e seppur vivendo le ansie e le paure degli altri compagni ognuno in base alle proprie capacità dimostra che il loro limite è solo quello che gli altri vogliono attribuire vedere in loro .
E così noi genitori dobbiamo ancora lottare xchè possa passare un diritto, addirittura tutelato dalla legge. Soprattutto adesso che tutto ha un costo tutto ciò che riguarda il ragazzo disabile si potrebbe togliere, ma questi ragazzi non sono vuoti a perdere ..........
A cosa è servito fare gli esami a noi? non stavamo meglio senza esami ? Certo chi mai vorrebbe prima, affrontare una prova che implica fatica ed impegno ?
Ma è stato un passaggio obbligato della vita, abbiamo concluso un percorso della nostra vita e l'averlo affrontato come tutti ci ha fatto crescere, siamo passati nel mondo dell'adultità .

Concludendo nonostante tagli, critiche , classi numerose, chi la vorrebbe scremata da scomode impurità , chi la vorrebbe d'elite..ancora VIVA la VECCHIA SCUOLA PUBBLICA che tra i suoi mille problemi assomiglia di più alla vita di tutti giorni, ed oggi forse è rimasta uno dei pochi luoghi dove ci sono meno muri e barriere, parliamo di quelle culturali , le più dure da abbattere perchè non basta che sia stata fatta una legge per garantire il diritto del disabile ad avere un suo percorso scolastico fino agli esami di stato, serve la determinazione di famiglie, associazioni ed insegnanti , allora anche il pregiudizio più radicato può essere rimosso !

Patrizia Tolot


Fonte: Il Gazzettino, 15 luglio 2009.

Per INFO:
Associazione DOWN D.A.D.I. Onlus
Via Gabelli Corte Ca’ Lando int/4 - 35121 Padova
tel: 049-8303024
fax: 049-8756880
web: http://www.downdadi.org/

IN DISABILI.COM:

HOUSE & WORK, PROGETTO DI VITA PER I RAGAZZI DOWN

ESAME DI STATO 2009: LA MATURITà  PER TUTTI

[Redazione]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->