Menu

Tipografia
arrabbiatoAnno nuovo vita nuova? Il pensiero di Valter Nicoletti‑¬¦

State per assistere alla mia 'ribellione': all'anno vecchio e a tutto quello che ha portato con sé, ma anche a quello che forse ci aspetterà per questo 2009 appena cominciato. Perché? Perché non ne posso più‑¬¦

Ad esempio, non ne posso proprio più di questa televisione fatta solo per deficienti.

Mi ribello apertamente ai politici che pensano sempre più alle loro tasche e sempre meno a quelle dei cittadini: sembra incredibile, ma arrivo a dire che in politica, si stava meglio quando si stava peggio. Gli esponenti della seconda repubblica si sono rivelati peggiori dei corrotti che sono andati a sostituire.

E che dire degli automobilisti che pure il giorno di Natale ti sorpassano per poi fermarsi in coda davanti alla tua auto? Che bevono alcoolici prima di mettersi al volante si sbronzano e poi fanno una strage? Nessuna scusante!

Indignato davanti ai media che ci fa sentire tutti contornati da delinquenti; scippatori, spacciatori, topi d'appartamento, assassini e chi più ne ha più ne metta‑¬¦

Ricerche e statistiche dicono che la maggiore di causa di morte nel nostro Paese è dovuta ad incidenti stradali, e in seconda battuta alle morti bianche, decessi sul lavoro: gente che esce la mattina di casa per andare al lavoro così da guadagnarsi da vivere per sè e per la propria famiglia, e torna dentro a una bara.

Succede sempre più spesso, e noi siamo assuefatti. C'è latitanza, c'è menefreghismo e un bel po' di cinismo: dove sono campagne sulla sicurezza, i controlli sulle strade e nei luoghi di lavoro?


E poi che dire degli stranieri che ci portano via il lavoro: ora c'è crisi, molti non servono più, non importa se sono cinque o dieci anni che contribuiscono con il loro lavoro a pagare le nostre pensioni. O se si sono occupati dei nostri vecchi o dei nostri figli donandogli un po' di serenità cosa che troppo spesso noi non sappiamo più fare.

Guardatevi bene attorno, troverete tanta ma tanta mediocrità , inutile perbenismo, e a tutti i livelli. Nessuno si salva, coinvolge ogni ceto sociale, colti e ignoranti.

Vorrei parlare anche dei giovani, e dire loro - a gran parte di loro, per lo meno - una benedetta volta che sono viziati, che i loro genitori gli hanno creato attorno una rete di protezione, per proteggerli da tutto e da tutti‑¬¦ Ma prima o poi dovranno rendersi autonomi, pensare a una famiglia, a una casa propria.

Gli omosessuali le lesbiche sono ancora considerati dei malati, la Chiesa sconsiglia l'uso dei preservativi: meglio morire per aids, che essere dei peccatori? Ingabbiamo la ricerca sulle staminali, pur sapendo che grazie al loro studio molte malattie si potrebbero arrivare a sconfiggere. Decidiamo noi di protrarre il calvario di Eluana e della sua famiglia. Arbitri in terra del bene e del male, e delle vite degli altri.

E di disabili? Direte voi. Per quanto riguarda loro nessuna novità c'è stata nel 2008, e forse e meglio così visto l'aria che tirava.

Pessimista io? No, solo realista.
Ma speriamo davvero di non dover scrivere le stesse cose alla fine del 2009.

Di la tua nel FORUM

GLI INCIDENTI STRADALI NEL 2008:

Il sito di IVG


Il resto del Carlino

SUI PIRATI DELLA STRADA:

Il sito di ADNKRONOS


I MORTI SUL LAVORO NEL 2008


IN DISABILI.COM DELL'AUTORE:

AFFIDO IL MIO TESTAMENTO BIOLOGICO A DISABILI.COM

VACANZE? PER QUALCUNO SONO UN’ODISSEA

L'indignato 2008,
Valter Nicoletti

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->