Menu

Tipografia
locandina pegasoSi potrà partecipare nelle categorie narrativa, poesia, disegno e pittura, fotografia, inviando le proprie opere entro il 1 novembre 2013

E' stato lanciato a giugno il bando per la sesta edizione del concorso artistico-letterario "Il volo di Pegaso, raccontare le malattie rare: parole e immagini",  promosso dal Centro Nazionale Malattie Rare. Il tema di quest'anno è "Io credo‑¬¦" ed è rivestito di molteplici sfumature e significati:  "Io credo‑¬¦" lascia libertà di espressione artistica nei confronti di emozioni quali la speranza e la forza di volontà , la rabbia e lo sconforto, ma anche nella fiducia verso se stessi e il futuro, il coraggio e la determinazione. Attraverso l'arte si possono condividere l'ineffabile e l'astratto che si incrociano con la vita di chi è colpito da una malattia rara e tradurre i propri sentimenti che a parole non troverebbero la giusta interpretazione, o l'espressione più adatta.

Nello specifico il concorso si articola in quattro aree proprio per permettere di dare libero sfogo alla propria immaginazione e creatività riguardo alla sfera delle malattie rare e alla propria esperienza di vita accanto a queste, attraverso la tecnica che si preferisce.

Come indicato dettagliatamente nel bando (al quale si rimanda lettura per i dettagli), le quattro aree di espressione artistica sono: narrativa (reale o immaginaria, in italiano o in inglese, non più di cinque facciate scritte al pc, ciascuna di 1800 caratteri spazi compresi, sono accettati anche racconti brevissimi; ogni autore può inviare un solo racconto); poesia (inedita, in lingua italiana o inglese, non più di 45 versi, l'autore può concorrere con una sola poesia); disegno e pittura (si presenta un'opera, astratta e figurativa, la tecnica è indifferente, il supporto può avere come dimensione massima cm 70 x cm 100, anche per questa sezione l'autore non può presentare più di un'opera, che sia o disegno o pittura); infine fotografia (inedita, a colori o in bianco e nero, digitale o stampata, con formato minimo cm 10 x cm 15, priva di ogni genere si supporto, come per le atre sezioni, l'autore deve presentare una sola fotografia).

Grazie a questo ventaglio di opzioni si ha l'opportunità di scegliere la tecnica più adatta per rappresentare un tema così delicato e personale, si ricorda che ogni partecipante può presentare la sua opera soltanto ad una singola sezione. 

Per poter partecipare non sono previsti limiti d'età , quindi il concorso è rivolto a tutti, bambini e adulti, gratuitamente, italiani e stranieri. Le opere vengono valutate da una giuria di esperti provenienti da tutti i campi artistici presi in considerazione, quelle selezionate verranno quindi pubblicate per quanto riguarda i testi scritti, o esposte a una mostra organizzata ad hoc per quanto concerne invece le arti visive.

Tutte le informazioni circa la modalità di iscrizione e partecipazione sono disponibili on line,  il termine ultimo per l'invio delle opere è il 1 novembre 2013, pena l'esclusione dal concorso.

volo di pegaso opera giancarlo ometto raffigura un letto sfatto


A fianco, l'opera "In attesa" di Giancarlo Ometto, tra le partecipanti all'edizione precedente del concoro "Il volo di Pegaso"






INFO:
www.iss.it/pega

IN DISABILI.COM:

RACCONTARE LE MALATTIE RARE: IL CONCORSO IL VOLO DI PEGASO

CONCORSO "IL VOLO DI PEGASO" PER DAR VOCE AL SILENZIO



Redazione