Menu

Tipografia
logo uic
Al centro dell'accordo un continuo scambio di esperienze per migliorare l'assistenza

È stato firmato in settimana, a Roma, nella sede dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, un accordo tra l'UIC e l'Unione delle Province Italiane (UPI). Senza grancassa ma con molto pragmatismo e concretezza i due presidenti, Tommaso Daniele e Giuseppe Castiglione hanno posto le basi di un lavoro comune che porterà ad una sempre maggiore integrazione nella comunicazione di attività e servizi.

L'UPI è l'Associazione che, in virtù della rappresentanza di tutte le Province italiane, escluse le Province autonome di Trento, Bolzano e Aosta, svolge compiti di valorizzazione, promozione, supporto tecnico e politico in favore delle associate e promuove la realizzazione di un ordinamento amministrativo che valorizzi le Province come enti esponenziali delle popolazioni residenti nell'ambito delle rispettive circoscrizioni territoriali.

Per il Presidente nazionale dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Tommaso Daniele, "questo accordo è un passo importante per riuscire a costruire insieme agli enti locali nuova modalità di collaborazione e continuare ad offrire, nonostante la crisi in corso, nuovi servizi sempre più funzionali ai ciechi e agli ipovedenti italiani".
Al centro dell'accordo, infatti, UIC e UPI hanno previsto un continuo scambio di esperienze finalizzate alle buone pratiche nel campo dell'assistenza sociale ai ciechi e agli ipovedenti, nonché di valide iniziative nel settore dell'istruzione, della formazione professionale e dell'integrazione lavorativa. Oltre ad una comunicazione mirata a stimolare l'opinione pubblica su tematiche di rilievo sociale riguardanti la minorazione visiva, con la partecipazione ad iniziative di rilievo nazionale quali la celebrazione della Giornata Nazionale del Braille, la Giornata nazionale del Cieco, la Giornata Nazionale del cane guida ed altre occasioni similari quali seminari o convegni su argomenti di comune interesse.

Dal canto suo, Giuseppe Castiglione, presidente dell'UPI si è detto felice di questa collaborazione: "voi siete i migliori consulenti possibili - ha detto rivolto all'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Vogliamo poter lavorare con voi per riuscire ad offrire ai cittadini disabili i migliori servizi possibili". Castiglione si è anche impegnato a dare un segnale concreto, cominciando fin da subito a pubblicare il bimestrale dell'UPI "Province" in formato braille e sonoro, oltre alla normale edizione cartacea.

"Avevamo difficoltà , per quest'anno, a trovare un politico attento alle nostre esigenze da poter premiare col Premio Braille - ha concluso Tommaso Daniele - Ma oggi l'abbiamo trovato: ancora un grande grazie a Giuseppe Castiglione".


INFO:

http://www.uiciechi.it/
http://www.upinet.it/upinet/


IN DISABILI.COM:

LA UIC COMMENTA L'INCHESTA SUI FALSI INVALIDI

DALLA CARTA AI BYTE. L'IMPEGNO DELL' UIC


Redazione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->