Menu

Tipografia

logo unione italiana ciechi e ipovedentiTema libero per le poesie, mentre per i racconti brevi si dovrà scrivere sul tema del viaggio, in tutte le sue accezioni

Chi non ha scritto almeno una volta una poesia, o addirittura non coltiva segretamente ambizioni letterarie, al di là della propria professione? Vi diamo nota dunque di due concorsi che daranno alle persone con disabilità visive l'occasione di mettersi alla prova con la penna.

L'UIC, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, promuove infatti due iniziative letterarie rivolte a persone con disabilità visive: la ventunesima edizione del Concorso nazionale di poesia, e la prima edizione di quello per racconti brevi. Si tratta di due concorsi che si rivolgono a tutti i ciechi assoluti e ai disabili visivi con un residuo non superiore ad 1/10, soci o non soci dell'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti e senza limiti di età .

SEZIONI - Per quanto riguarda il concorso di poesia, i partecipanti potranno sbizzarrirsi, poiché il tema è libero. Ciascuno potrà inviare al massimo due sue poesie, redatte in scrittura braille o nero. Nel caso invece del racconto breve, il tema scelto per questa prima edizione è "il viaggio" in tutte le sue accezioni. Chi partecipasse nella sezione racconto breve, dovrà mandare un solo elaborato, della lunghezza massima di una cartella da massimo 32 righe contenenti fino a 65 battute. Anche in questo caso possono essere redatte in nero o in scrittura braille. Sia che si partecipi per la sezione poesia o per quella racconti brevi, le opere non devono aver partecipato ad altri concorsi letterari.

PREMI -  In entrambi i concorsi saranno premiate le prime 3 opere classificate a giudizio insindacabile della giuria, che sarà nominata dal consiglio provinciale dell'Unione Italiana Ciechi di Reggio Emilia, con l'assegnazione dei seguenti premi:
I° classificato: €š¬ 400,00 e targa al merito; II°classificato: €š¬ 200,00 e targa al merito; III° classificato: targa al merito; la giuria si riserva inoltre la possibilità di consegnare un riconoscimento speciale ai concorrenti reggiani meritevoli.

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE  - Il concorso è aperto sia ai soci che ai non soci dell'Unione Italiana Ciechi, previo versamento di un contributo d'iscrizione pari a 10 euro, per ciascuna delle sezioni alle quali si intende partecipare. Gli elaborati devono pervenire all'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti sezione di Reggio Emilia, Corso Garibaldi n. 26, entro le ore 12.00 di martedì 23 ottobre 2012 ed indicare sulla busta il nome del concorso. Le opere vanno accompagnate con una busta chiusa senza indicazioni delle generalità mittente, che invece andranno indicate al loro interno.


Per ulteriori informazioni o chiarimenti rivolgersi alla segreteria della Sezione U.I.C. di Reggio Emilia telefono 0522/435656 e-mail uicre@libero.it.


Info:

Unione Italiana ciechi e ipovedenti


IN DISABILI.COM:

XX° EDIZIONE DEL CONCORSO NAZIONALE DI POESIA RISERVATO AI NON VEDENTI

PAROLE, SUONI COLORI: UN CONCORSO PER RACCONTARE LA DISABILITA'



Redazione