Menu

Tipografia

Voglia di normalità . Si può riassumere in questa frase la nuova campagna di comunicazione della regione Veneto sulla disabilità .

"Mario è ...un operaio. Giulia è ...una sarta. Mario e Giulia sono persone".
È il messaggio proposto dalla nuova campagna regionale, per i diritti umani delle Persone con disabilità , promossa dall'Assessorato alle Politiche sociali e realizzata dalla cooperativa sociale padovana Sinfonia.
Televisioni e affissioni i mezzi utilizzati, ma si è partiti da una ricerca Demoskopea compiuta su un campione stratificato per età , genere, titolo di studio e professione. Scopo: indagare sugli aspetti legati al riconoscimento della disabilità dal punto di vista sociale, normativo, dei bisogni e della terminologia.


Lo spot che viene proposto nelle tv locali

"È un'iniziativa di sensibilizzazione culturale rivolta all'intera popolazione, che propone una visione innovativa delle condizione di disabilità - ha spiegato l'Assessore regionale alle politiche sociali Stefano Valdegamberi -. Il punto di partenza sono i diritti umani, fondamento del riconoscimento della persona. La sfida è agire sul piano culturale per promuovere quotidiane e concrete azioni di inclusione sociale".

Persone con la "P" maiuscola quelle a cui si rivolge la campagna, che si distinguono per il loro nome e la loro professione. La condizione di disabilità , peraltro non immediatamente riconoscibile perchè di tipo psichico, non è un impedimento per la piena realizzazione affettiva e personale.

La campagna dà concreta attuazione alla Convenzione internazionale sui diritti delle persone con disabilità adottata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite il 13 dicembre 2006 e sottoscritta dall'Italia il 30 marzo 2007. Un documento di rilevanza mondiale: condiviso da culture e società diverse, è il primo accordo sui diritti umani del XXI secolo, e il primo documento di tutela e promozione dei diritti delle persone con disabilità .

E il Veneto, a livello locale potrebbe essere la prima regione ad adottarre la Convenzione con un provvedimento che l'assessorato alle politiche sociali sta predisponendo.

Nel corso della conferenza stampa sono stati presentati anche i dati delle ricerca "La percezione della disabilità ", realizzata nella regione Veneto dall'Istituto di ricerca Demoskopea.

Tra i risultati di maggior interesse:

  • significato della parola disabilità : vi è una forte frammentazione tra i significati attribuiti; generalmente, è individuata come impossibilità o incapacità di svolgere determinate cose;
  • terminologia: il 46% sceglie diversamente abile, il 35% disabile, il 12% persone con disabilità ;
  • identificazione della persona con disabilità : la maggior parte delle persone la ritiene una persona con dei problemi in più, o che ha meno possibilità ; a seguire, l'identificazione con disabilità fisiche (una persona che non cammina, che non vede, che non sente); estremamente ridotta l'identificazione con la disabilità mentale (parte del 3% della voce altro). Per la maggior parte degli intervistati la persona con disabilità è una persona da aiutare. Solo metà del campione la riconosce come risorsa. La percentuale si riduce notevolmente se l'intervistato non conosce persone con disabilità .
  • L'indagine sui bisogni mette in evidenza che alle persone con disabilità sono attribuiti in via prioritaria bisogni di tipo affettivo-relazionale, assistenziale-sanitario, di riconoscimento sociale e di mobilità . Solo in seconda battuta, gli aspetti lavoritivi, formativi e legati al tempo libero. Il campione attribuisce agli aiuti economici un ruolo prioritario negli strumenti di maggior utilità .
    Il Veneto è riconosciuta come regione in cui la situazione delle persone con disabilità è percepita come migliore rispetto alle altre regioni italiane. Il 16% del campione ricorda la campagna "Disabili? Dipende.." realizzata nel 2003 dalla Regione Veneto. Il 73% del campione attribuisce molta importanza alla realizzazione di campagne di comunicazione in tema di disabilità , rilevando nella televisione, nella stampa e nelle affissioni i canali preferenziali.

INFO:

Veneto Sociale, il sito dell'assessorato alle politiche sociali della Regione Veneto

Vi avevamo presentato l'inaugurazione della campagna anche con questo articolo:
"MARIO È‑¬¦", RICONOSCIAMO LA PERSONA

Il sito di Demoskopea, che ha curato la ricerca


[Valentina Polati]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->