Menu

Tipografia

Passione, musica e forza di volontà: sono questi gli ingredienti su cui si basa la storia di Daniele, per cui il rap è diventato terapeutico

Oggi vogliamo raccontare la storia di Daniele Smalin, un ragazzo autistico di 15 anni che, grazie all'incontro con la musica, è riuscito a fare importanti miglioramenti, a livello sia relazionale che cognitivo. Daniele, in arte DanyRap, ha deciso di coltivare la sua passione per la musica, presente fin da quando era bambino, e oggi viene seguito da un maestro di canto, partecipando a vari concorsi musicali, come Sanremo Doc e Lasciatemi Cantare. Inoltre ha vinto il premio "Inedito Doc" di #Differevent.

dany rap sul palcoSvitlana, la madre del ragazzo, ci ha raccontato di come la musica e lo sport siano stati fondamentali per suo figlio, contribuendo a migliorare notevolmente la sua condizione.
“Dany fin da piccolo era iperattivo e provocatorio, si imponeva sempre e non era facile da gestire. Il primo anno delle medie la sua vita è cambiata completamente, perché ha iniziato a cantare e a credere davvero in quello che faceva, grazie anche all'aiuto del suo insegnante di sostegno. Attraverso questa forma di espressione, Dany è migliorato sotto diversi aspetti: il suo carattere è diventato più aperto, è riuscito a stringere nuove amicizie e soprattutto ad esprimere se stesso. La musica ha fatto miracoli anche a livello cognitivo: ha fatto progressi nella lettura, nella scrittura e nella memoria”.

Sia nella musica che nello sport, fondamentale è stato l'incontro con delle persone che lo hanno aiutato e incentivato, e che sono diventati per lui dei punti di riferimento. Amir Issaa - cantante molto conosciuto nel panorama hip hop italiano - è stato il primo ad avvicinare Daniele al rap e a incoraggiarlo, dandogli la spinta per coltivare la sua passione: Dany ha seguito delle lezioni di canto insieme al rapper, che lo ha aiutato anche nella scrittura e composizione dei testi. Dal loro incontro, è nata la canzone Viva lo sport, in cui  parla della sua  passione per l'atletica, che, insieme alla musica, è ciò che lo aiuta ad esprimersi e a incanalare la sua energia.

daniele maestroUn'altra figura importante per Daniele è il suo attuale insegnante di canto David Pironaci, vocal coach e direttore artistico presso l'Accademia Why Not...? di Roma, con cui il ragazzo ha instaurato un profondo rapporto di amicizia. David descrive così il suo incontro con Dany:
“Quando ho conosciuto Daniele ero in giuria e ho sentito sin da subito un legame particolare. Lui era alla ricerca di un insegnante e ha scelto di venire a lezione da me, in quanto nelle occasioni in cui ci siamo incontrati, la nostra sintonia era sempre molto intensa. La cosa più bella è il modo in cui Daniele si è affidato a me, perché mi ha fatto capire che si possono raggiungere i migliori risultati in un tempo molto breve. Un po' alla volta ho imparato a comprenderlo e a rispettare i suoi tempi. Mi sono reso conto che imparo più io da lui che lui da me, su come affrontare la vita a testa alta, nonostante le difficoltà.“

Un aspetto che ci ha subito colpito di questa storia è la sicurezza con cui Daniele si esibisce di fronte ad una giuria o a un pubblico numeroso, come quello che ha affrontato aprendo il concerto di Cristina D'Avena a Tortoreto. “Dany gestisce tranquillamente la tensione” - spiega Svitlana – “semplicemente sale sul palco ed entra nel suo mondo, vive la sua passione. Quest'ultima risulta più forte di ogni suo problema, anche un pubblico molto numeroso non lo intimorisce. La presenza di una giuria non lo inibisce, si gode la sua esibizione.”

La passione di Daniele non è stata solo una leva positiva per lui, ma ha coinvolto anche la sua famiglia, aiutandola a vivere più serenamente la condizione del figlio. “Da quando Daniele canta non è cambiata solo la sua vita, ma anche quella della nostra famiglia” - ci racconta la madre - “non restiamo più chiusi in casa, ma usciamo spesso, ci divertiamo, abbiamo fatto insieme esperienze nuove e allargato la nostra cerchia di amici, portando tanta allegria in casa. Ci dà gioia vedere come nostro figlio sta crescendo e vivendo il suo sogno.”

Concludiamo con un consiglio che Svitlana si sente di dare a tutti i genitori di bambini e ragazzi autistici:“Ai genitori vorrei consigliare di non chiudersi in casa, perché anche i nostri figli hanno passioni e sogni nel cassetto, che vanno coltivati e incoraggiati: bisogna sempre ascoltare il loro cuore e, nel limite del possibile, lasciarsi guidare dai loro desideri.”

DanyRap sprigiona energia ed entusiasmo: basta ascoltare le parole dei suoi testi: “Io ci credo, questo è l'importante, io ci credo, questo è il carburante” è il ritornello del suo inedito Viva lo sport, che potete ascoltare qui sotto.

 

 

Redazione