Menu

Tipografia


Gli abiti saranno comodi ma finalmente anche glamour: l’obiettivo della modella è quello di dare a tutte le donne la possibilità di riconoscersi in vestiti che le facciano sentire bene


È bella, affascinante, con un passato nel mondo dello sport e della moda: stiamo parlando di Samanta Bullock, modella brasiliana in carrozzina, nata e cresciuta in Brasile, londinese di adozione da più di 10 anni, che dopo una carriera nel tennis ha deciso di dedicarsi alla moda non solo come modella, ma producendo lei stessa una linea di vestiti per donne che usano la sedia a rotelle (ma non solo), che uscirà ufficialmente a giugno prossimo.

CHI E’ SAMANTA BULLOCK - Divenuta paraplegica a 14 anni, in conseguenza delle ferita causata dallo sparo accidentale che fece partire dalla pistola di suo padre, la Bullock dovette, giovanissima, ripensare al suo futuro di modella e tennista, creandosi dei nuovi progetti e delle nuove possibilità, ma continuando a concentrarsi sulle sue passioni. Dopo alcuni anni di pausa, infatti, Samanta riprese a giocare a tennis, rappresentando il Brasile nel mondo, e vincendo due medaglie d'argento nel 2007 ai Parapan American Games. Inoltre, in parallelo proseguiva anche la sua carriera di modella, continuando a sfilare in sedia a rotelle per diversi brand.

DA MODELLA A STILISTA - È proprio a partire dalla sua esperienza nel fashion system che ha deciso di realizzare un nuovo progetto imprenditoriale, lanciando una linea di abbigliamento dedicata ad ogni tipo di donna, in particolare a quelle con disabilità motoria. “Gli stilisti non pensano abbastanza alle donne come me” – ha dichiarato la Bullock -  “Abbiamo bisogno di abiti che ti facciano sentire bellissima anche quando stai seduta. Ecco perché ho pensato di lanciare una linea dedicata a ogni tipo di donna: inclusiva, elegante, sostenibile e bella”.

VESTITI COMODI MA ELEGANTI - L'obiettivo della modella è quello di realizzare degli indumenti che tengano in considerazione le problematiche che possono incontrare le donne in carrozzina, come la difficoltà nei movimenti per vestirsi e la necessità di materiali traspiranti e di qualità. Allo stesso tempo però, la Bullock desidera creare dei capi eleganti, raffinati e comodi, che permettano alle donne di sentirsi belle e sicure di sé. È importante anche sottolineare che la linea sarà etica e sostenibile: gli abiti vengono realizzati nel rispetto dell'ambiente e dei lavoratori, infatti la produzione avviene esclusivamente in Inghilterra.

Nello sviluppo del suo progetto, Samanta ha collaborato con molti stilisti emergenti, come Rua Luja, London Organic, Bekoffee, Caroline, Gunda Hafner, Peter Twiss, Contessina London e Amelia. La sua linea di abbigliamento uscirà ufficialmente il 15 giugno 2019 e si potrà trovare sul suo sito.

Potrebbe interessarti anche:

Tommy Hilfiger lancia una nuova collezione moda di vestiti per persone con disabilità

Dalla Francia la moda "accessibile" anche per i più piccoli

Photo credit: Lawson Filho

Silvia Marzola