Menu

Tipografia

frame del video dell'iniziativa in lingua dei segni di samsungL'iniziativa è alla base di una promozione commerciale di Samsung, ma molto ci dice del bisogno di inclusione delle persone con disabilità sensoriali (e non solo)

Essere una persona con una disabilità sensoriale - e nello specifico, sorda - significa, spesso, sentirsi in una bolla staccata dal mondo. Mondo che con difficoltà entra in comunicazione con chi non sente. Immaginate invece che all'improvviso un intero quartiere sia in grado di abbattere questa bolla, ed entrare in contatto con noi: il barista che ci chiede l'ordinazione nella lingua dei segni, o passante che urtandoci ci saluta con lo stesso saluto delle persone non udenti.
Si tratta di un momento di inclusione senza eguali. Un momento in cui si realizza davvero quella che si potrebbe definire "disabilità della porta accanto".

E' questo quello che hanno messo in atto a Istanbul, Turchia, dove è stato coinvolto un intero quartiere nel quale vive un ragazzo con disabilità sensoriale, insegnando a queste persone la lingua dei segni.
E'  quello che lui, Muharram, sordo, una mattina, nel corso di una passeggiata con la sorella, ha vissuto  imbattendosi su persone comunissime che rispondevano al suo saluto e comunicavano con lui con la lingua dei segni.
Sbalordito da quanto vedeva succedere intorno a sè, Muharram non capiva, ma lo stupore nel suo volto dimostrava quanto sarebbe bello un mondo così.

Dietro questa iniziativa, come poi è stato spiegato allo stesso protagonista involontario, c'è la ditta Samsung, che ha promosso questo progetto e la relativa diffusione del video che riprende lui in questi incontri straordinari, realizzati per lanciare il proprio servizio di video call center rivolto a clienti sordi.

Il progetto ha la firma dell'agenzia  Leo Burnett: la squadra che ha creato il video ha passato un mese a sistemare le videocamere e a insegnare alla gente del quartiere la lingua dei segni. Il risultato - al di là della missione commerciale dell'iniziativa - è una sorta di Truman Show che molto ci dice del bisogno di inclusione delle persone con disabilità.


Qui sotto il video


IN DISABILI.COM:

Aspettando il giorno della disabilita' della porta accanto

Bellezza e diversita'. Se la moda scopre che l'imperfezione puo' essere perfetta



Redazione


Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->