Menu

Tipografia

locandina fuoriposto 2014Teatro, danza, musica e fotografia al “Fuori Posto- Festival di teatri al limite” nel corso dell’Estate Romana

L’arte ha il potere di comunicare gli stati d’animo più nascosti, mettendo a nudo anche le fragilità. Questo potere dell’arte sarà protagonista alla seconda edizione di Fuori Posto -Festival di Teatro al limiteche si terrà  dal 6 al 25 settembre a Roma. Un appuntamento imperdibile dove si potrà assaporare l’arte nelle sue più ampie forme, un ricco cartellone di spettacoli gratuiti all’interno dell’Estate Romana. Questa seconda edizione riprende il lavoro avviato nella stagione scorsa facendo irrompere la diversità nella vita quotidiana dei partecipanti, un po’ come lo slogan del festival “Io sono fuori, tu sei a posto?”.

In questo festival l’arte si unisce a un obiettivo preciso, quello di colpire gli spettatori facendo riflettere sulle fragilità e i limiti umani. Il teatro, la danza, la musica, la fotografia faranno da tramite per creare momenti di riflessioni per i partecipanti coinvolgendo loro stessi all’interno dell’opera. L’arte sociale esce allo scoperto, e lo spettatore diventa all’improvviso parte dell’opera: una signora seduta in panchina può, ad un tratto, trovarsi accanto la grazia sorprendente della ballerina Simona Atzori e immaginare di muovere con lei i suoi passi; un ragazzo incontrato al parco può essere invitato dai Fuori Contesto a un “Giro in carrozza”, perché provi a guardare la città dall’ “altezza” di una sedia a rotelle; i bambini verranno sorpresi durante i loro giochi dall’arrivo degli angeli del Laboratorio Teatrale Integrato Piero Gabrielli e tutti i passanti coinvolti a giocare con la danza nelle parate del Festival” spiega Emilia Martinelli, Direttrice Artistica del Festival.

fuoriposto2 2014

Oltre a quelle di Simona Atzori e della Compagnia DreamTime di Milano, i partecipanti potranno assistere alle performance di  compagnie e organizzazioni artistiche di rilievo, tra le quali l’Accademia della Follia di Trieste, il Laboratorio Teatrale Integrato Piero Gabrielli, Fuori Contesto, Pezzi di Ricambio, il Teatro Buffo di Roma, che insieme si esibiranno per “portare di nuovo in strada l’arte sociale” come spiega Emilia Martinelli.

Tra le attività del festival, dall’8 al 12 settembre per chi fosse interessato segnaliamo un workshop di danceability. Un vero e proprio seminario di danza per sviluppare la propria creatività tramite il movimento. Il risultato sarà una performance di tutti i partecipanti durante il festival.

Dall’11 al 14 settembre, insieme ad “Agorà -Teatro e musica alle radici” a cura dell’Associazione Il NaufragarMèDolce  si potrà assistere ad un teatro del tutto rinnovato in cui il rapporto spettatore e pubblico sarà sempre meno distaccato e quest’ultimo verrà immerso in location reali al di fuori dei consueti spazi di spettacolo.

Per concludere, durante l’ultima giornata sarà possibile ripercorrere i momenti più significativi di queste giornate apprezzando gli “scatti fuori posto” realizzati dal  fotografo Fausto Podavini presso la biblioteca dell’istituto I.C. Perlasca.

L’evento è organizzato dalla Cooperativa Sociale Eureka Primo Onlus, insieme all’Associazione Culturale Fuori Contesto, con il sostegno di Roma Capitale.


Qui il programma completo: programma

In disabili.com:

Il teatro dove la diversità è uno spettatore soddisfatto


Accessibilità dell’arte a non vedenti e sordi: al via un corso nazionale



Alessia Padoan



Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->