Menu

Tipografia

 

Far crollare le barriere architettoniche con ironia: questo il tema del carro di Viareggio promosso da UILDM, per dire “no” al “No tu no”

Dici Viareggio, e il primo pensiero è il suo Carnevale. Uno dei più famosi d’Italia e d’Europa, da tradizione ormai ci ha abituato a veder sfilare carri che sono vere e proprie opere d’arte, che non mancano di toccare temi scanzonati ma anche seri e delicati, con stilettate alla politica e alla società.
gambe pulcinella e carrozzinaQuest’anno il Carnevale sarà occasione per portare all’attenzione del grande pubblico un tema che tocca la disabilità, ovvero quello delle barriere architettoniche, le quali verranno metaforicamente abbattute da un Pulcinella in sedia a rotelle nel carro “No tu no”, mentre altri Pulcinella mascherati sfileranno davanti a lui.

IL TEMA DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE – Nasce dalla collaborazione tra UILDM, l'Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, e il carrista viareggino Massimo Breschi (vincitore dell'edizione 2015) l'idea di creare un carro che tocchi il tema delle barriere architettoniche, facendole crollare. Un modo ironico per riflettere su un tema sociale di grande rilevanza: le ancora molte barriere che sono costrette a fronteggiare le persone con disabilità, con tutti i disagi che ne conseguono, e che sono spesso ignorate dalle istituzioni pubbliche.

mascheraIL CARRO DI PULCINELLA - Il carro, uno dei più alti a sfilare a Viareggio, è alto 22 metri, di cui 8 solo di testa. Il Pulcinella in carrozzina attraverserà un percorso ad ostacoli nel quale incontrerà transenne, cartelli e altri limiti di vario tipo, e armato di manganello li abbatterà durante il suo tragitto.
Davanti al carro sfileranno inoltre alcuni figuranti e movimentisti, travestiti anche loro da Pulcinella; tra loro troveranno posto i volontari UILDM con distrofia muscolare, che metteranno in scena una coreografia sulle note di alcuni brani, tra cui “Canto anch'io”, brano realizzato da Lorenzo Baglioni feat Iacopo Melio, rifacimento di “Volare” di Domenico Modugno, oltre al brano “Mi girano le ruote”, la tarantella ideata da Gianluca Domenici appositamente per questo carro.

LE DICHIARAZIONI - “Siamo davvero onorati, entusiasti ed emozionati – afferma Luca Letta, segretario della sezione UILDM Versilia intitolata ad Andrea Pierotti – Per la prima volta un costruttore ha affrontato un tema piuttosto delicato come le barriere architettoniche e la disabilità.”

“Da oltre 55 anni UILDM è impegnata nella lotta per il superamento delle barriere architettoniche e nel favorire la piena inclusione locandina carro pulcinellasociale delle persone con disabilità – dichiara Marco Rasconi, presidente nazionale UILDM - Grazie al maestro Breschi, il Carnevale di Viareggio accenderà i riflettori su questo tema raggiungendo milioni di persone.”

“Il mio carro vuole trasmettere la voglia di vivere, di non arrendersi e di non perdere l’entusiasmo che queste persone hanno – racconta Massimo Breschi - Pulcinella è il personaggio perfetto: è la maschera della commedia dell’arte che lotta contro i soprusi e le  ingiustizie sociali, ma sempre con il sorriso sulle labbra. Esprime la stessa vitalità con la quale le persone con disabilità lottano ognigiorno per opporsi ad insormontabili barriere ed umilianti “No tu no”.”

LE DATE – Il Carnevale di Viareggio inizierà il 27 gennaio, e a seguire nelle date del 4, dell'11, del 13 e del 17 febbraio; questi i cinque grandi Corsi Mascherati, le tipiche sfilate di Carnevale di Viareggio.


Redazione