Menu

Tipografia
soldiCgil: "ripristinare il Fondo come scelta di civiltà "

La Conferenza delle Regioni ha accolto la proposta di emendamento al decreto "mille proroghe" che tutti gli assessori al welfare delle regioni hanno sottoscritto per poter vedere ripristinato il Fondo nazionale per la non autosufficienza . Lo ha comunicato l'assessore alle politiche sociali della Regione Liguria e coordinatrice della commissione welfare in sede di Conferenza delle regioni, Lorena Rambaudi.
"L'emendamento - spiega Rambaudi - che adesso ci auguriamo che il Governo recepisca, si prefigge di ripristinare 400 milioni per continuare a garantire i servizi a favore delle persone non autosufficienti con particolare riferimento all'assistenza domiciliare". "L'emendamento - continua Rambaudi - si tradurrebbe per la Liguria in un finanziamento pari a 14,5 milioni di euro, fondamentali per garantire la continuità del fondo". Sempre oggi, la Conferenza ha fatto proprio l' emendamento delle regioni sullo slittamento del pagamento delle imposte in Liguria, a causa degli eventi alluvionali dell'ottobre scorso, con epicentro a Varazze e a Sestri Ponente.

Alla richiesta, sempre più pressante, delle Regioni si affianca anche quella della Cgil: "Ripristinare il Fondo nazionale per la non autosufficienza come scelta di civiltà ".
Questo è infatti quanto afferma il dipartimento Welfare del sindacato che fa sapere di "condividere e sostenere la proposta di emendamento al decreto Milleproroghe per il ripristino del Fondo nazionale per la non autosufficienza votato all'unanimità dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni". Secondo la Cgil, infatti, "la decisione del Governo di azzerare nel 2011 il Fondo, tagliando 400 milioni di euro da trasferire alle regioni a sostegno delle persone non autosufficienti, è una delle scelte più pesanti compiute con l'ultimo Patto di stabilità ". Tale decisione, sostiene il sindacato, "se venisse confermata, comporterebbe inevitabilmente un aumento dei sacrifici economici e del lavoro di cura per milioni di famiglie che già sostengono la gran parte del carico assistenziale necessario a garantire una vita accettabile a chi non può più essere autonomo. Ripristinare il Fondo Nazionale per la non autosufficienza ‑¬â€˜ conclude la nota della Cgil -, garantendo anche nel 2011 i 400 milioni, è innanzitutto una scelta di civiltà ".


Fonte: Anffas



PER APPROFONDIRE IN DISABILI.COM:

RIPRISTINO DEI FONDI PER IL 5X1000: SODDISFATTE LE ASSOCIAZIONI


Speciale LEGGE DI STABILITA' 2011: I TAGLI



Redazione