Menu

Tipografia

disegno di un tetto sopra a due persone di cui una in carrozzinaAl momento sono in corso i colloqui per avviare i nuclei per l'anno 2012/13

Enjoy the Difference è un progetto che promuove soluzioni abitative con il fine di coniugare l'esigenza degli studenti universitari di trovare una casa in affitto a prezzo ragionevole all'esigenza di realizzare la vita indipendente delle persone con disabilità .

Il progetto, promosso dal servizio passepartout del Comune di Torino (servizi centrali per la disabilità fisico motoria) in collaborazione con la facoltà di Scienze dell'educazione e l'associazione "La virgola", prevede la creazione di nuclei abitativi composti da studenti universitari e giovani affetti da disabilità .

Una delle chiavi di Enjoy the difference è stata la coprogettazione. La docente che ha avuto l'idea, prendendo spunto  da un'esperienza che ha visto realizzata in Spagna, l'ha proposta alle organizzazioni studentesche (attraverso il Senato Studenti) ed alle istituzioni (al Comune di Torino). In questo modo, si è creato un gruppo di progetto composto da tre studenti, di cui uno rappresentava il gruppo "studenti indipendenti", la docente ideatrice, una dottoranda, una rappresentate del Comune (del servizio Passepartout per la disabilità motoria) ed una rappresentate dell'associazione La Virgola, che collabora con il Comune nei servizi per la disabilità .

Il primo nucleo abitativo sperimentale, composto da tre studenti e una ragazza affetta da spina bifida, è stato selezionato a settembre dell'anno scorso mentre al momento sono in corso i colloqui per avviare i nuclei per l'anno 2012/13.  I giovani partecipanti non devono aver superato i 30 anni di età e dovranno essere iscritti ad una qualsiasi facoltà dell'Ateneo torinese, ottenendo almeno il 50% dei crediti previsti dal Corso di Laurea di appartenenza. Ai partecipanti verrà inoltre richiesta la presenza a cena almeno 3 sere a settimana, 10 ore settimanali di attività con la persona disabile e la disponibilità a gestire le piccole commissioni e a fare la spesa per i coinquilini disabili; non dovranno, invece, occuparsi di tutte le prestazioni di tipo sanitario e legate all'igiene personale e alla cura della persona con disabilità .
Per candidarsi a vivere in uno dei nuclei abitativi di Enjoy the difference, gli studenti possono scrivere a: info@enjoythedifference.it, mentre i giovani disabili a progettoprismatorino@libero.it.

"La prima sperimentazione - ha spiegato Giada Morandi del servizio Passepartout - si è conclusa con successo: i ragazzi sono stati supervisionati due volte al mese da un educatore, che li ha monitorati per capire come evolvessero la dinamiche relazionali all'interno della casa. Tutti gli inquilini hanno riconfermato l'abitazione anche per il prossimo anno. Per la composizione dei nuclei - conclude - cerchiamo di seguire criteri di compatibilità : ad esempio per uno dei prossimi nuclei, in cui abiterà una ragazza non udente, abbiamo selezionato una studentessa che conosce la Lingua italiana dei segni".

L'obiettivo per il futuro dell'iniziativa è di inserirla all'interno dell'offerta di alloggi per gli studenti dell'Università di Torino ed allargare il progetto con appartamenti in cui abitino giovani con disabilità intellettiva o sensoriale.


INFO:
Enjoy the Difference
Via San Marino, 10 10134 - Torino
Tel. 011 4428081/4428014
associazione.lavirgola@gmail.com
enjoydifference.altervista.org


IN DISABILI.COM:

BENVENUTI A CASA DI IVANA, ELENA E FRANCESCA!

IKEA ARREDA A TRIESTE UNA CASA PER DISABILI



Alessandra Babetto




-->