Menu

Tipografia

il sudafricano shuaib chalklenDifendere i diritti umani, tutelare le persone disabili

Fervente difensore dei diritti dei disabili a livello nazionale e internazionale è ora il nuovo Rappresentante speciale per la disabilità della Commissione dello Sviluppo Sociale per il periodo 2009-2011. Si tratta di Shuaib Chalklen, sudafricano, laureato all’Università di Cape Town e alla Harvard University, specializzato in Scienze Sociali e insignito di svariati titoli onorifici Comunitari.

Prima di questa nomina ha ricoperto diverse funzioni nella promozione delle persone con disabilità , della governance e l’ammnistrazione a livello nazionale, regionale e internazionale. È stato nominato direttore dell’OSDP (National Office on the Status of Disabled Person), incaricato alla stesura del Libro bianco sulla strategia di integrazione nazionale sulla disabilità (White Paper on the Integration National Disability Strategy) nel 1997. La sua esperienza nella pianificazione strategica, negoziazione e sviluppo delle persone, lo ha reso un membro indispensabile alla scena politica africana.
Shuaib è stato determinante nella concettualizzazione e la scrittura del Piano di azione per il Decennio Africano, del quale attualmente dirige il Segretariato. Proprio grazie a lui la prima decade del nuovo millennio è stata dedicata alle persone con disabilità . Recentemente ha anche ricoperto la carica di Consigliere politico per il presidente dell’Africa del Sud (2006-2007).

Il mandato del Rapporto Speciale consiste nel seguire l’applicazione delle regole per le pari opportunità dei disabili adottate dall’Assemblea generale nel 1993 e si occupa di promuovere lo status dei disabili in tutto il mondo. Dipende dal Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, un organo composto dai 47 stati che hanno la responsabilità di rafforzare la promozione e la protezione dei diritti umani in tutto il mondo. Il Consiglio è stato creato dall’Assemblea Generale nel marzo 2006, principalmente per monitorare le violazioni dei diritti umani ed esprimere raccomandazioni a riguardo.

È estremamente significativo che sia stato scelto un sudafricano come Relatore Speciale dell’Onu. La disabilità in molti Paesi è ancora una condizione tragica.
La disabilità è strettamente connessa alla guerra, alla povertà , alla carenza del sistema sanitario e alla mancanza di informazione. Le persone con handicap fisico o mentale hanno ancora minor accesso all’educazione, di conseguenza al mondo del lavoro.
In alcune società tradizionali la disabilità è ancora considerata una punizione divina.

Per info:

Commissione per i Diritti Umani delle Nazioni Unite

In DISABILI.COM:

CURE, DIRITTI E DIGNITÀ PER DISABILI MENTALI DEI PAESI POVERI

Diritti dei disabili, il Vaticano non firma la convenzione Onu. «Era previsto».

Ilaria Vacca

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->