Menu

Tipografia
copertina questioni  di muscoliStorie di vita per dar voce a chi vive la malattia nel cofanetto "Questione di muscoli"

Lucia ora sente di poter scrivere quello che ha nella testa e nel cuore. Lo fa dopo un lungo cammino di accettazione della patologia, di ostacoli e dolori che ha posto sulla sua strada. Con serena consapevolezza parla della sua "diversità ", rivendicando però la dignità di chi sa ancora realizzare sfide: "(..) Effettivamente io sono "diversa", il mio corpo non ha né le potenzialità per correre né per prendere un bambino in braccio. Ma il cervello sa pensare. Certamente - scrive- parte da posizioni di svantaggio, ma non sempre l'handicap è incolmabile e posso anche io raggiungere l'obiettivo che mi sono prefissa, se però tengo presenti le mie capacità ". Non è facile, ammette Lucia, ma ama disperatamente la vita.

Lucia Regoli è una delle quattro persone che hanno raccontato con disarmante sincerità la loro malattia, la  distrofia muscolare in "Questioni di muscoli",  progetto editoriale realizzato dalla Uildm di Udine e presentato nei giorno scorsi: un cofanetto composto da un dvd e un libro. Sogni, obiettivi, speranze, traguardi quotidiani che la malattia pone loro davanti, si dipanano in pagine cariche, per il lettore, di un messaggio intenso, scatenando la responsabilità di guardare con occhi nuovi chi è malato, ma anche la propria vita.

L'iniziativa, promossa o dalla Uildm di Monza ed edito dalle Edizioni Erickson, si pone l'obiettivo
"di favorire un'attenzione più consapevole e concreta alle problematiche legate a questo tipo di malattie degenerative - ha spiegato la presidente della Uildm di Monza, Maria Angela Caroppo- senza indulgere a facile pietismo. La particolarità dell'iniziativa - ha aggiunto-è che spiega l'impatto delle malattie degenerative non tanto e non solo dal punto di vista medico-scientifico, ma piuttosto dal punto di vista delle persone che con questa malattia convivono".

Il progetto, che ha ottenuto il patrocinio dell'azienda per i servizi sanitari n. 4 "Medio Friuli", rientra tra le attività promosse dall'associazione di volontariato udinese per celebrare i suoi 40 anni di vita. "La nostra associazione - ha ricordato la presidente - si occupa delle persone affette da malattie neuromuscolari: si tratta di circa 150  patologie con diversi livelli di gravità , che vanno da situazioni lievi ad altre gravissime in cui un paziente deve essere accudito con continuità nelle ore diurne e notturne perché totalmente immobile, tracheotomizzato o nutrito con alimentazione artificiale".

Oltre a fornire aiuti concreti, la Uildm finanzia anche borse di studio per la ricerca e l'acquisto di materiale sanitario, offre servizi di informazione e consulenza, si batte per la tutela dei diritti e la promozione dei servizi assistenziali.


INFO:
Tel. 0432.510261
e-mail: segreteria@uildmud.191.it
www.uildm.org



IN DISABILI.COM:
 
NUOVO STUDIO SULLA LA DISTROFIA MUSCOLARE DI DUCHENNE

SOSTEGNO ALLA RICERCA SULLA DISTROFIA MUSCOLARE




Paola Simonetti

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->