Menu

Tipografia

Si terrà ad Agordo il 28 settembre la quarta edizione di "Dai Days", la festa provinciale del volontariato bellunese.
L'iniziativa, che conta sul sostegno e la collaborazione della Provincia di Belluno, della Comunità montana agordina e del Comune di Agordo, vedrà il coinvolgimento delle organizzazioni di volontariato operanti sul territorio provinciale nei diversi settori, dal soccorso all'assistenza, dal sostegno alle famiglie a quello in favore dei disabili.
Il programma della festa prevede, oltre alla presentazione delle attività e dei servizi delle associazioni, organizzate in stand, anche incontri di approfondimento e riflessione sulle tematiche dell'impegno nel mondo del volontariato e della protezione civile, nonché momenti di richiamo ed animazione.
Nel pomeriggio, sul Broi (la piazza principale di Agordo) si esibiranno infatti il gruppo minifolk di Cencenighe, ci sarà la consegna di un riconoscimento alle associazioni partecipanti da parte delle autorità e la rappresentazione della commedia di Goldoni "La vedova scaltra", messa in scena dagli studenti dell'istituto minerario di Agordo.
La giornata si chiude alle 20.30 con la musica di Piero Fiabane.
La mattina invece saranno gli studenti i grandi protagonisti.
Oltre quattrocento i ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori dell'Agordino che avranno modo di toccare con mano la realtà del volontariato e apprezzarne le diverse sfaccettature.
Oltre alla visita agli stand, infatti, gli studenti assisteranno alla proiezione del video "La mano per gli altri - il volontariato agordino", realizzato dal regista Roberto "Brio" Bristot, che presenta le diverse sfaccettature del volontariato della vallata agordina.
Saranno inoltre presentate in anteprime le "Storie di giovani volontari", quattro video che illustrano i percorsi di volontariato di altrettanti giovani, impegnati nel soccorso alpino, a favore dell'integrazione degli immigrati, dei disabili e nella tutela dell'ambiente.
I video, sempre sotto la regia di Roberto Bristot, sono realizzati nell'ambito di un progetto regionale di sensibilizzazione e di promozione del volontariato, a cura del Movi regionale e del Csv di Belluno.
Tornando alla festa, non rimane che sottolineare il grande impegno organizzativo sostenuto da tutte le associazioni della vallata agordina.
Una zona dove il volontariato è molto sentito e che conta esempi al limite dell'incredibile.
Solo nel settore del trasporto ambulanze, in un comprensorio che conta poco più di ventimila abitanti, esistono otto associazioni che muovono oltre 600 volontari e assicurano il servizio di soccorso 24 su 24 con più di venti ambulanze.

Per Info
e-mail info@cvsbelluno.it
sito web www.csvbelluno.it
tel. 0437-950375
fax  0437-958273

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->