Menu

Tipografia

Sarà forse scontato regalare dei fiori a San Ventino ma, questa volta, oltre a far contenta la propria dolce metà, si può anche aderire alla prossima iniziativa dell'AISA, ed aiutare così la lotta contro l'ATASSIA.

In occasione di San Valentino, la Festa degli Innamorati, l'AISA - Associazione Italiana per la lotta alle Sindromi Atossiche (sezione Campania), dopo la Giornata Mondiale dell'Atassia, scende ancora in campo, ma questa volta punta sulla città di Aversa, che già nell'estate scorsa è stata partner della rassegna, definita dalla stampa locale come "città solidale e di sensibilizzazione verso l'handicap".
A Piazza Municipio davanti al monumento ai Caduti, sabato 14 febbraio, dalle ore 9.00 alle 13.00 e poi in serata, approfittando dell'isola pedonale e della magnifica atmosfera che si creerà, l'AISA istituirà, con uno stand di mq 3x3, un punto informativo sull'atassia.
Scopo dell'iniziativa è divulgare la conoscenza di questa patologia rara e gravemente invalidante: solo in Italia, infatti, sono più di 5000 le persone affette.

Ma cos'è l'atassia?
Le sindromi atossiche costituiscono un gruppo di diverse malattie rare neurogenetiche, generalmente progressive e gravemente invalidanti, attualmente incurabili.
I sintomi iniziali compaiono in età compresa tra l'infanzia (Atassia di Friedreich, malattia di Charcot-Marie-Tooth) e la quarantina d'anni (atrofia cerebellare, olivo cerebellare, olivo-ponto cerebellare, ecc.).
Le persone affette perdono gradualmente la capacità di coordinare i movimenti, diminuendo la loro autonomia fino a diventare, nei casi più gravi, completamente dipendenti.
Si calcola che solo in Italia vi siano 5.000 persone affette.
La relativa rarità di queste malattie rende spesso difficile e tardiva la diagnosi esatta.

Solo da pochi anni una intelligente e meritoria forma di collaborazione internazionale, alla quale partecipa l'Italia, ha consentito di avviare ricerche coordinate sull'argomento ed ha permesso di individuare e rendere diagnosticabili geneticamente oltre 40 tipi di atassie.
L'A.I.S.A. è impegnata a sostenere, con la raccolta di fondi, la ricerca scientifica nel campo della ricerca sulle atassie di neurologi e biologi, contribuendo a progetti, svolgendo attività di informazione e promozione della prevenzione sulle stesse, prestando sostegno globale ai pazienti Atassici, alle famiglie e ai disabili in genere, e aiutandoli nella risoluzione dei problemi derivanti dalla comparsa delle malattie.
 
Perciò, nel segno della sensibilizzazione e della tenerezza, facciamo un omaggio al proprio innamorato: una rosa profumata racchiusa in un cono di pellicola trasparente, unita ad un simpatico orsetto ed un cuore con una frase, avvolta in un volantino che informa sull'atassia.


Per info

AISA sez. Campania
Via I S. Lorenzo 75/C bis - 81031 Aversa
Tel. 081 503 89 64
Fax 06 233 210 829
E-mail campania@atassia.it 
Sito web www.atassia.ut/campania

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->