Menu

Tipografia

Chi bazzica aziende e imprese avrà sentito parlare di certificazione di qualità, la più nota delle quali è la Iso 9001:2000.
Più difficile che si sia sentita questa sigla o altre analoghe in riferimento al volontariato: la prima associazione italiana di settore ad aver conseguito la certificazione ISO è la Croce Verde di Padova, associazione di volontariato che conta più di 1600 volontari, oltre a una cinquantina di dipendenti, e che opera principalmente nel soccorso e trasporto di ammalati, infortunati e disabili o altri servizi di trasporto sanitario.

Quasi 100 anni di storia - la fondazione risale infatti al 1913 - e un importante traguardo raggiunto, che riconosce una situazione già sperimentata dai tanti che usufruiscono dei servizi dell'Ente.
I primi ad essere grati alla Croce Verde sono gli amministratori di Padova e del territorio che fa riferimento all'Ulss 16.
Dice per tutti il vicesindaco del capoluogo e assessore alle Politiche Sociali Claudio Sinigaglia: "Già sapevamo dell'eccellenza del lavoro fatto dalla Croce Verde; il riconoscimento non stupisce proprio perchè l'Ente ha sempre messo in primo piano il servizio alla persona, uno stile poco misurabile, se non nella soddisfazione degli assistiti, che constatiamo".

Il valore umano e la carica ideale dei volontari sono stati anche gli aspetti che più hanno colpito i tecnici incaricati di rilasciare la certificazione. Dice Marco Scarpa Falce, della DNV (Det Norske Veritas) Italia: "Abbiamo constatato la capacità di pianificare l'attività, specie in situazione di emergenza, come anche la professionalità dei volontari, e l'esigenza dei percorsi formativi".

Il Presidente dell'Ente, Giorgio Ortolani, sa bene che la grande forza della Croce Verde sono appunto i volontari: "Sono poche le associazioni che possono vantare in un ristretto ambito territoriale 1600 volontari. Siamo fieri di questo premio, che per noi significa un fattore di impegno ancor più avanzato nel servizio alla persona, e non altresì presuntuosa supponenza".

Interpelliamo anche il segretario generale dell'associazione, Cesare Peron, che ci spiega più nel dettaglio l'impegno di Croce Verde con i disabili: "Abbiamo 7 mezzi a disposizione per il trasporto non ambulanziale, tutti accessibili e adatti alla mobilità delle persone con disabilità. Questi mezzi sono perlopiù usati per raggiungere la scuola, gli ambulatori, il centro di fisioterapia, a seconda delle singole convenzioni. L'intero comparto è gestito direttamente da 60 volontari, e coinvolge circa 120 persone con disabilità nel corso di un anno".

INFO:

Il sito ufficiale della Croce Verde di Padova

Altre occasioni in cui ci siamo occupati di iniziative della Croce Verde:
PRENDONO QUOTA I 'VOLI UMANITARI'

AL VIA SEI NUOVI CORSI PER SOCCORRITORI


[Alberto Friso

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->