Menu

Tipografia

Tempo di par condicio e di pre elezioni, tempo per chiedere un maggior impegno a tutti gli schieramenti politici. Per don Vinicio Albanesi, presidente nazionale della Comunità di Capodarco, è il momento di dare dei "consigli gratuiti" al futuro ministro o ministra delle politiche sociali, perchè metta mano al traballante welfare italiano, che vede gli ultimi... sempre più ultimi.

Dice precisamente don Vinicio, in un passo della lettera: "... L'ultimo periodo del welfare è da cancellare per lo scandalo dell'abbandono nei confronti dei vulnerabili d'Italia e del mondo: da parte degli addetti ai lavori, dei governanti, delle famiglie "normali", dell'informazione, della cultura, della politica. Rimane, al di là della denuncia, il problema grave dell'approccio ai problemi del sociale. Quello attuale è vecchio, farraginoso, inefficace, costoso. ..." Con un preciso metro della civiltà del paese: "la politica di welfare si misura sulla scomparsa della forbice delle differenze", che si ottiene sostenendo la famiglia, regolare o irregolare che sia, poiché è "l'unica agenzia diffusa e gratuita che quasi esclusivamente gestisce il disagio".

Un monito severo, lanciato in concomitanza con i 40 anni della Comunità di Capodarco, fondata a Capodarco di Fermo proprio nel 1965, quando nacque quell'idea "nuova e ancora valida" di rispetto, dignità, emancipazione che portò il primo gruppetto di disabili guidato da don Franco Monterubbianesi a insediarsi in una vecchia villa abbandonata, ancora oggi perno delle attività italiane e internazionali della Comunità.

La lettera, che fa il punto sull'attuale situazione sociale del Paese e sui nodi critici delle politiche d'intervento sociale proponendo strategie e modalità "alternative", viene presentata in un pubblico incontro a Roma il 22 febbraio, presso il Centro Congressi Cavour, con inizio alle ore 10.00 proprio curato dal fondatore don Monterubbianesi, che porterà la sua esperienza de "Il protagonismo dei disabili". Segue l'intervento di don Albanesi, e le testimonianze dei 40 anni di Capodarco di protagonisti, testimoni, politici, moderate dal direttore Rai Tre Paolo Ruffini.

INFO:

Comunità di Capodarco
Informazioni: tel. 0734/683927-677991; e-mail:
info@comunitadicapodarco.it

Altre iniziative della Comunità di Capodarco di cui ci siamo occupati:
DALLE MARCHE PER I PICCOLI DISABILI ECUADOREGNI

DUE STORIE DA LEGGERE

La pagina della Comunità di Capodarco dell'Umbria onlus nel nostro Uniscitianoi


[Alberto Friso]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->