Menu

Tipografia

Ne sono convinto…e lo posso affermare, perché io incarno il conflitto di interessi: non mi considero disabile ma ho un deficit motorio, quindi appartengo alla categoria. Di cosa? Direte voi…Ecco qui: “I DISABILI DEVONO IMPARARE AD ESSERE PIU’ GENTILI”, lo scrivo anche in maiuscolo, così che sia più evidente il concetto. E sapete perché? Perché credo sia una condizione irrinunciabile!
Abbiamo fatto passi da gigante per affermarci, non veniamo più nascosti in famiglia, ci è stato riconosciuto anche il diritto alla sessualità dalla Chiesa Cattolica, grazie a Papa Wojtyla. Lavoriamo, produciamo reddito, ai convegni e in tutte le altre attività sociali partecipiamo attivamente, e più nessuno si sente in obbligo di parlare per noi. Ora tocca noi!!!!! Dobbiamo imparare ad essere gentili. Sì avete letto bene lo riscrivo “Gentili”, no non sono impazzito e tra l’altro giuro che non ho nemmeno bevuto.

Io ci ho pensato e la conclusione è che la svolta potrebbe essere proprio questa. Le ultime barriere mentali, (le fisiche sono un altro discorso), cadranno solamente se impareremo ad essere gentili. In un mondo maleducato, dove sempre più spesso il più forte non ha rispetto del più debole, dove la corsa verso il nulla travolge tutto e tutti, esiste la necessità primaria di dare una lezione di stile, una lezione di vita, e chi meglio di noi può darla, abituati da sempre a prenderle sui denti??? Noi che troviamo il parcheggio occupato dalla solita auto senza permesso, che scegliamo il ristorante non per la qualità del cibo ma se c’è uno scivolo che ci consenta di entrare, noi che avremmo e abbiamo mille motivi per essere incazzati, sì, proprio noi dobbiamo essere gentili, educati con gli altri. Dobbiamo riuscire a regalare quel sorriso che nessuno sa più fare. Anche così li costringeremo a riflettere sulla nostra realtà e a mettersi in discussione, dovranno pur chiedersi come sia possibile ricevere lezioni di stile da chi ha infinite ragioni per non preoccuparsi minimamente della forma, no? Sono veramente stanco di vedere disabili che, pur avendo ragione da vendere, ce l'hanno con tutto e con tutti. Anche se comprensibile è un comportamento da perdenti.

E noi non lo siamo, no?

Adesso dite la Vostra…

[Valter Nicoletti]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->