Menu

Tipografia

Sarà il bulbo di un bellissimo fiore, l'amarillys, il simbolo dell'iniziativa promossa da Ariel, Centro per le Disabilità Neuromotorie Infantili, e la Rinascente di Piazza Duomo a Milano: una raccolta fondi che avrà luogo nei week-end del 24-25 novembre e 1-2 dicembre 2007 al 6° piano. Testimonial d'eccezione, due primi ballerini del Teatro Alla Scala di Milano, Marta Romagna e Alessandro Grillo, che scendono in campo al fianco di Ariel per i bambini affetti da paralisi cerebrale infantile.
 
Un momento di incontro fra due realtà unite dall'impegno e dalla costanza che portano a raggiungere i propri obiettivi: l'arte della danza e le disabilità neuromotorie infantili. Un invito rivolto a tutti ad andare oltre le apparenze, e un'occasione per offrire un aiuto concreto.
 
I proventi dell'iniziativa saranno destinati al finanziamento delle attività di sostegno e di cura dei bambini affetti da paralisi cerebrale infantile e delle loro famiglie, nelle quali è da sempre impegnata Ariel.
La Fondazione, nata nel 2003 e diretta dal professor Nicola Portinaro, offre un aiuto concreto ai giovani pazienti e alle loro famiglie grazie all'attivazione di un unico punto di riferimento collegato ad una rete coordinata di medici italiani e stranieri, psicologi e assistenti sociali. Ariel è impegnata in attività di ricerca specifica mirate al miglioramento delle terapie per la cura delle disabilità neuromotorie infantili, di supporto psicologico e socio assistenziale e con corsi di formazione medica e relazionale rivolti alle famiglie, agli operatori e ai volontari.
 
Le disabilità neuromotorie infantili comprendono una molteplicità di malattie primitive o secondarie a lesioni perinatali del sistema nervoso centrale e periferico. La paralisi cerebrale spastica è la più diffusa patologia nell'ambito di queste disabilità e colpisce oggi un neonato ogni 500. I bambini che ne sono affetti necessitano di numerosi trattamenti che vedono coinvolti, per la varietà dei bisogni che la malattia stessa produce, diversi specialisti per tutta la durata della loro vita: fisiatri, neuropsichiatri infantili, terapisti della riabilitazione, logopedisti, tecnici ortopedici, psicologi e assistenti sociali e chirurghi ortopedici dedicati.

INFO:

Il sito della Fondazione Ariel

Il sito di Humanitas


[Redazione]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->