Menu

Tipografia

Il titolo è tutto un programma: "Riderne si può".
E a volte, aggiungiamo noi, si deve, dal momento che solo chi sa sorridere sulla propria condizione può davvero dire di aver accettato se stesso e la propria storia.
Insomma: il prendersi troppo sul serio è un difetto per tutti.
E infatti l'hanno pensata proprio bene gli amici del Centro Servizi Bottega del Volontariato (C.S.V.) assieme all'Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM), promuovendo questo convegno di studi sulla rappresentazione dell'handicap nel cinema di animazione.
L'appuntamento con questa particolare visione delle problematiche legate all'handicap è per sabato 31 gennaio 2004, presso l'Auditorium della Provincia di Bergamo in via Alberico da Rosciate a Bergamo, dalle 9.30 alle 13.
Si pongono un obiettivo preciso CSV e UILDM, nel mettere in luce i rapporti esistenti tra il mondo dell'handicap e il cinema di animazione, specie quello di natura umoristica: e il tutto nasce da una constatazione.
Ancora oggi, molti giudicano inaccettabile un film in cui il tema della disabilità venga trattato in modo ironico.
Dietro a questo atteggiamento spesso si nasconde un antico pregiudizio in base al quale comicità è sinonimo di derisione, e perciò guardare l'handicap con la lente dell'ironia significherebbe denigrarlo.
Al contrario invece, gli organizzatori del convegno sono convinti che il Comico (quello con la C maiuscola), proprio grazie alla forza della leggerezza e al fatto di puntare dritto al cervello senza passare per il cuore, riesca a comunicare l'idea della disabilità in modo più incisivo, soprattutto nello spettatore non coinvolto personalmente su questioni così delicate e a volte drammatiche.
Ed è ben pensato l'invito in questo senso a Bruno Bozzetto, il cartoonist italiano autore tra gli altri del Signor Rossi, e di molti altri personaggi animati frutto della sua grande fantasia: la sua presenza alla mattinata di studi è sicuramente una garanzia di un buon successo del convegno.
Cui hanno dato l'adesione anche l'Università degli Studi di Bergamo e molti istituti Superiori del territorio.

Programma del convegno

Ore 9.30: saluti del Presidente del Centro Servizi Bottega del Volontariato di Bergamo Cav. Leonida Pozzi e apertura dei lavori con la presentazione dei relatori: presenta e coordina Stefano Andreoli (redazione del periodico "DM" della Uildm Nazionale).
Ore 10.00: Il cartone animato al servizio dell'handicap. La campagna sociale Muscoli di cartone promossa dall'Unione italiana lotta alla distrofia muscolare. Proiezione degli spot Decide chi progetta, La mosca, Sport di Silvio Pautasso e Giorgio Valentini (2001)  Intervento di Stefano Borgato (Ufficio stampa Uildm).
Ore 10.30: Il macho, il nano e la manager carrozzata. Il caso di Vip mio fratello superuomo. Proiezione di alcuni brani tratti da Vip mio fratello superuomo di Bruno Bozzetto (1968) - Intervento di Bruno Bozzetto (autore di cinema d'animazione e produttore).
Ore 11.00: Giallo politicamente (s)corretti. I Simpson e l'handicap. Proiezione del video Homer, la sfortuna di essere normodotato ("Oh, io non sono handicappato, sono solo un po' pigrino") a cura di Bruno Esposito e Stefano Andreoli - Intervento di Guido Michelone (docente di "Musica filmica" all'Università Cattolica di Milano).
Ore 11.30: Riderne si deve di Danilo Ruocco (storico dello spettacolo).
Conclusioni e dibattito.
 
INFO

Il sito di Bruno Bozzetto (coloratissimo!) è www.bozzetto.com/

Segreteria organizzativa:
Uildm - Via L. Da Vinci, 9 - Bergamo
Tel/Fax 035.343315
E-mail segreteria@distrofia.net  

C.S.V. - Via S. Lucia, 2 - Bergamo
Tel. 035.234723
Fax 035.234324
E-mail info@csvbg.org  

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->